Contributi a fondo perduto. Chi può richiederli e come fare domanda

Via alle agevolazioni per i possessori di Partite Iva. Contributi a fondo perduto per chi rientra nei criteri di ammissione.

Contributi a fondo perduto
Contributi a fondo perduto (foto da Pixabay)

A partire da questa settimana, fino al 13 dicembre sarà possibile inoltrare domanda per ottenere i contributi a fondo perduto. Si tratta di agevolazioni stabilite da dl Sostegni e dal dl Sostegni-bis.

L’Agenzia delle Entrate ha già messo a disposizione i moduli specifici per fare domanda. Ѐ possibile fare richiesta per diversi tipi di contributi. Per il contributo “Sostegni“, l’importo è ottenuto applicando la percentuale del 20% alla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 e quello del 2019. Ѐ previsto un minimo di 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Si può richiedere anche solo il “Sostegni-bis alternativo“. L’ammontare sarà pari al 30% della differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato dei corrispettivi del periodo 1° aprile 2020 – 31 marzo 2021 e quello del periodo 1° aprile 2019 – 31 marzo 2020. Oppure è possibile richiederli entrambi ma in tutti i casi in cui si specifica il tipo di oggetto nella domanda non sarà possibile superare i 150.000 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Cosa accadrà con la fine di Quota 100? Le ipotesi al vaglio

A chi è rivolto il bonus e dove fare domanda

Inoltrare richiesta
Inoltrare richiesta (foto da Pixabay)

I contributi a fondo perduto sono destinati ai soggetti che svolgono attività di impresa, di lavoro autonomo e di reddito agrario titolari di partita Iva. Requisito fondamentale è che abbiano conseguito, nel 2019, ricavi o compensi compresi fra 10 milioni e 15 milioni di euro.

Altro requisito importante per ottenere l’agevolazione è la documentazione di un calo del volume di affari. Questo deve risultare pari ad almeno il 30% tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo 1° aprile 2020 – 31 marzo 2021 e quello del periodo 1° aprile 2019 – 31 marzo 2020.

LEGGI ANCHE ->Comprare casa, come farlo tramite asta: conveniente e sicuro

Per inoltrare la domanda è necessario compilare la specifica “Istanza per il riconoscimento dei contributi a fondo perduto decreto Sostegni e Sostegni-bis“. Questa andrà inoltrata insieme ai propri dati tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Per quanto riguarda l’accredito questo può essere richiesto tramite bonifico oppure sotto forma di credito di imposta da utilizzare in compensazione. Ricordiamo che in caso di errore si può procedere alla compilazione di una nuova istanza con conseguente cancellazione della precedente.