Come riscattare la laurea e andare in pensione a 63 anni

Anni passati sui libri che potrebbero essere riscattati del tutto gratuitamente per riuscire ad andare in pensione a 63 anni. Ecco come.

riscatto laurea
Novità in arrivo: come riscattare la laurea gratuitamente (Foto da Pixabay)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Casa, spese ed altri rimedi. Quanto costa la gestione del nido d’amore?

Quella del riscatto della laurea è una delle novità su cui starebbe lavorando l’Inps di Pasquale Tridico. In questo articolo vi spiegheremo tutti i dettagli di una misura che agevolerebbe non solo chi vuole andare in pensione ma anche i più giovani che vedono la pensione come una chimera.

Come riscattare la laurea: la riforma allo studio dell’Inps

laurea
L’Inps sta studiando un modo per riscattare la laurea a costo zero (Foto da Pixabay)

In questo momento il dibattito è aperto: come fare per riscattare gli anni impiegati nello studio per poter andare in pensione a 63 anni. E il tutto a costo zero per i lavoratori e per l’Istituto nazionale di previdenza sociale (Inps) guidato da Pasquale Tridico.

Secondo l’Inps questa operazione potrebbe venire a costare tra i 4 e i 5 miliardi ogni anno. Una cifra non da poco che, in questo momento, il nostro Paese non si può permettere.

Questa misura sarebbe tuttavia una vera e propria agevolazione per tutti i quei giovani che hanno passato tanti anni sui libri. Le parole di Pasquale Tridico, infatti, sono esplicative: “Il riscatto della laurea ha due caratteristiche positive – dice – incentiva il giovane e contribuisce all’aumento delle skills in un Paese dove il tasso dei laureati è tra i più bassi dell’Ue. Oltre a pareggiare una sorta di discriminazione che potrebbe denunciare chi resta di più tra i banchi di scuola rispetto all’ingresso mercato nel mercato del lavoro”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Consumatori nel mirino. Cambiano gli acquisti on-line

Riscattare la laurea vuol dire convertire tutti gli anni spesi a studiare in anni di contributi. Durante il periodo di studio, però, il cittadino non versa contributi e questo potrebbe essere il vero problema dell’attuazione di questa misura.

Quindi, come si può fare per riscattare tutti gli anni spesi a studiare? E’ possibile, ma è necessario versare i contributi che, chiaramente, in quegli anni non sono stati versati. Le somme però sono ingenti ed è questo il motivo per il quale l’Inps sta studiando il modo di poterlo fare gratuitamente.