Vecchie Lire, se hai questa puoi venderla per 16.000 euro: guarda qual è

Scavando nei cassetti e fra gli antichi cimeli di famiglia potresti trovare delle vecchie monete. Attenzione, non ignorarle o (peggio ancora) gettarle nel cestino. Ci sono alcune monete delle vecchie lire che ti potrebbero fruttare ben 16.000 euro.

Monete rare cosa fare quando le troviamo
Monete rare cosa fare quando le troviamo (Foto da Pixabay)

In questo articolo ti spiegheremo quali sono le monete delle vecchie lire che oggi potrebbero avere un gran valore. Una in particolare vale 16.000 euro. Andiamo a capire insieme qual è.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Casa, spese ed altri rimedi. Quanto costa la gestione del nido d’amore?

Qual è la moneta che vale 16.000 euro: scopriamolo insieme!

Monete rare
Monete rare (foto da Pixabay)

“Si stava meglio quando si stava peggio”. E’ un vecchio adagio che ci accompagna quasi quotidianamente insieme con quella sensazione di lieve malinconia e nostalgia verso il tempo passato.

Gli italiani sono stati infatti molto affezionati alle vecchie lire, specialmente gli anziani, che ricordano come la vita era più facile, le famiglie più ricche e gli stipendi apparentemente più alti.

Così, un po’ tutti, abbiamo conservato monete e banconote. In fondo ai cassetti o negli scatoloni in soffitta o in cantina è molto probabile che ci siano tracce di quel passato così glorioso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Consumatori nel mirino. Cambiano gli acquisti on-line

Ebbene il nostro consiglio è quello di concentrarvi attentamente sulle 20 lire. Non tutte, chiaramente. Ce ne sono alcune che, come vi abbiamo appena spiegato, potrebbero arrivare a farvi guadagnare ben 16.000 euro. Una cifra niente male. Andiamo a capire quali sono.

Tanto per iniziare, dobbiamo dire che tra le monete più pregiate e più ricercate dai collezionisti ci sono le 20 Lire coniate al tempo di Vittorio Emanuele II e di Umberto I.

Iniziamo con quella coniata nel 1861 al tempo di Vittorio Emanuele II. Se vi rendete conto di averla ed è in buone condizioni il suo valore si aggira tra i 700 e i 1000 euro. Poi c’è quella di Umberto I il cui valore è più basso, circa 250 euro.

Adesso arriviamo a una moneta dal più alto valore: la 20 Lire Fascio. Questa piccola moneta commemorativa è stata coniata a un anno di distanza dalla Marcia su Roma e raffigura da un lato Vittorio Emanuele III e dall’altro il fascio littorio.

Vi basti sapere che una di queste monete nel 2010 è stata battuta all’asta per una cifra record: 9.500 euro. Infine vi segnaliamo le monete a 20 Lire Littore del 1927 coniate tra il 1927 e il 1928.

Questa moneta nella versione di prova, che vi preannunciamo essere veramente molto rara, è stata venduta per più di 16.000 euro. Ma la fortuna, si sa, è cieca. Chissà che tra i vecchi cimeli non ritroviate proprie lei, la 20 Lire Littore del 1927. Se così fosse, siete ricchi!