Bonus patente, 1.000 euro per ogni cittadino che… L’occasione da non perdere

Bonus patente, nuovi aiuti economici per milioni di persone. I beneficiari riceveranno la modica cifra di 1.000 euro.

Auto
(StockSnap – Pixabay)

In Gazzetta Ufficiale è stato reso noto il nuovo decreto infrastrutture e trasporti. Approvato giovedì dal Senato, il decreto apporta moltissime novità per i guidatori viste le importanti modifiche al codice della strada.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Salutate il biglietto del treno, il progresso è la carta di credito. Scelta giusta? Scopriamolo

Alcuni rimpasti riguardano soprattutto i neo-patentati e tutti coloro che dovranno conseguire il titolo per la guida. E’ stato introdotto anche un bonus del valore di 1.000 euro, vediamo di cosa si tratta.

Bonus patente, l’aiuto economico per moltissimi cittadini

auto - pixabay
auto – pixabay

La prima novità in merito alla modifica del codice della strada riguarda il foglio rosa, la sua validità non sarà più di sei mesi ma di un anno. Sarà possibile ripete l’esame di guida per la patente B fino a tre volte. A differenza della norma vigente, con il nuovo decreto infrastrutture e trasporti i neo-patentati potranno guidare un veicolo della potenza di 95 Cv solo nel caso in cui il passeggero abbia la patente da almeno dieci anni e non abbia compiuto 65 anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> S.O.S Black Friday, attenzione a dove acquisti. Milioni di italiani truffati

Tutti coloro che saranno beccati ad esercitarsi alla guida in maniera autonoma, quindi senza istruttore, incorreranno in sanzioni pecuniarie che oscillano da un minimo di 430 euro ad un massimo di 1.731 euro, in questi casi è anche previsto il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Truffe phishing, conti di Unicredit e Intesa San Paolo a rischio, come proteggersi

Nell’ambito dello stesso decreto è stato previsto il bonus patente di 1.000 euro, potranno usufruire di questo incentivo tutti i cittadini italiani che non abbiano superato il 35esimo anno di età, che siano detentori di ammortizzatori sociali o di Reddito di Cittadinanza, con lo scopo di conseguire la patente di guida e l’abilitazione Cqc per lavorare come autotrasportatore.

I soldi saranno devoluti in voucher o rimborso spese, quindi non in forma liquida. Una notevole opportunità per tutti coloro che vorranno introdursi nel mondo del lavoro ma presentano difficoltà economiche.