Nuove assunzioni a Intesa Sanpaolo, cosa si prospetta

Assunzioni per fronteggiare l’imminente impatto della digitalizzazione. Intesa Sanpaolo offre cambiamenti e innovazione.

Intesa Sanpaolo Torino
Intesa Sanpaolo Torino (Foto da Pixabay)

Un cambiamento positivo e radicale quello che si prospetta da Intesa Sanpaolo. Grazie alle normative che permettono l’uscita dei dipendenti che volgono al pensionamento è possibile assumere giovani. Una grossa entrata nel settore bancario della nuova generazione che porterà certamente una ventata di novità.

Le uscite sono previste dai pensionamenti, prepensionamenti attraverso il fondo di solidarietà, da quota 100 e opzione donna. Tutte manovre che permettono a chi ha lavorato per anni di meritarsi il giusto riposo e di mettere alla prova i giovani in grado portare dei cambiamenti positivi alle aziende.

Sembra che si assisterà a uno dei più grandi piani di ricambio generazionale a cui ha assistito l’Italia. In aggiunta a questo i programmi di formazione continua, volti ad adeguare le competenze dei dipendenti alle esigenze del mercato in continua evoluzione, offriranno un team avanzato e volto all’innovazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Avere più di un conto corrente, è una scelta intelligente?

Assunzioni giovani Intesa Sanpaolo

Accordi e assunzioni
Accordi e assunzioni (Foto da Pixabay)

La grande ondata di cambiamento si prospetta possa essere spalmata negli anni fino al 31 dicembre 2028, in previsione del nuovo piano industriale. Una manovra che ha con sé anche il perspicace obiettivo di precedere l’impatto della digitalizzazione che andrà a influire sul piano lavorativo.

Infatti è anche possibile, vista la pressione esercitata dall’innovazione in campo digitale, che la riconversione del personale possa essere accentuata. Per il momento sono previste 1.1000 nuove giovani assunzioni con contratto a tempo indeterminato. Una grande opportunità per le nuove generazioni che hanno i giusti requisiti per farsi strada in questo ambiente.

LEGGI ANCHE ->Sequestro del conto corrente, prelevati i risparmi

L’accordo è stato siglato in questi giorni, e va ad aggiungersi ai due accordi legati all’ingresso di Ubi nel gruppo che hanno portato a 7.200 uscite e 3.500 assunzioni previste entro il 2024. Si tratta di cifre importanti alle quali si sommano gli ultimi aggiornamenti di Intesa Sanpaolo che fa salire le uscite di questi ultimi due anni a 9.200, e quello dei nuovi ingressi a 4.600.