Sequestro del conto corrente, prelevati i risparmi

Il conto corrente non è più qualcosa di totalmente privato, in certi casi lo Stato può entrarvi per prendersi quanto gli spetta.

Mani in un sistema telematico
Mani in un sistema telematico (foto da Pixabay)

In caso di crisi economica delle famiglie italiane, come quella che stiamo vivendo in questo periodo, o in casi di tragica emergenze, come fu per i paesi colpiti dal terremoto, le famiglie non possono accedere direttamente alle casse dello Stato e prelevare quanto gli serve per vivere. Diversamente però, con le nuove disposizioni, lo Stato può farlo dalle casse dei cittadini.

Giusto o sbagliato che sia sarà l’istituto competente a decidere e a mettere le mani nel conto corrente di chi potrebbe aver fatto qualcosa di illecito. Si tratta del primo passo verso un nuovo modo di gestione delle finanze. Ed è stato fatto a seguito della manovra contro coloro che si sono approfittati ingiustamente del reddito di cittadinanza.

La vicenda è avvenuta a discapito di una donna. Questa non avendo fornito una tempestiva comunicazione all’INPS riguardante la sua situazione economica si è vista sottrarre senza poter fare niente i risparmi dal proprio conto corrente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Avere più di un conto corrente, è una scelta intelligente?

Le nuove disposizioni del governo

Prelievo da privato
Prelievo da privato (foto da Pixabay)

Arriva una sentenza della Cassazione che stabilisce la legittimità del sequestro del conto corrente per tutti coloro che usufruiscono del reddito di cittadinanza senza averne diritto. La donna della quale è stata resa nota la vicenda ne aveva diritto.

Il suo errore è stato quello di non comunicare all’INPS l’inizio di un’entrata da un lavoro dipendente. Appropriarsi di qualcosa che non ci spetta è sempre un atto illecito e moralmente giudicabile. Illecito, anche se le scusanti possono riguardare la difficoltà di entrare in contatto con alcuni uffici statali o l’inefficienza di alcuni siti internet che non agevolano le procedure.

LEGGI ANCHE ->Conto corrente, rischi di vedertelo cancellare se fai questo errore

Quindi attenzione a non fare errori in questa situazione difficile che stiamo vivendo. Situazione dove molti uffici non hanno ancora ripreso il loro normale ritmo, dove la tecnologia non ci viene incontro in maniera eccellente, dove il lavoro manca e la crisi economica aumenta ora c’è anche il rischio che lo Stato prelevi dai conti correnti dei privati.