L’elettrodomestico che più di tutti fa piangere le nostre tasche. Il rimedio per non farsi prendere dal panico

I rincari delle bollette di luce e gas fanno paura a tutti. Molti italiani cercano di correre ai ripari. Sapete che un elettrodomestico di uso quotidiano può fare la differenza per le nostre tasche?

Bollette salate come risparmiare
Bollette salate come risparmiare Foto dal web

Scattano i rincari per quanto riguarda le bollette di luce e gas. Secondo quanto previsto, nel quarto trimestre del 2021 gli italiani si troveranno a pagare una media del +29,8% per l’elettricità al +14,4% per il gas.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Risparmiare sui cosmetici e sul make-up: 5 consigli da non perdere!

Tradotto in termini poveri, una famiglia italiana tipo potrebbe arrivare a spendere circa 631 euro per la bolletta della luce, cifra che diventa ancora più sostanziosa per il gas: ben 1.130 euro. Per questo motivo sono molti quelli che cercano di essere più parsimoniosi e fare economia al meglio delle proprie possibilità. Alcune spese, relative all’utilizzo di determinati elettrodomestici, sono però quasi inevitabili. Tuttavia, esistono dei metodi di risparmio. Vi sveliamo qual è uno degli oggetti che fa gravare di più il peso nelle nostre tasche: il ferro da stiro. Lo sapevate? Scopriamo di più su questo argomento.

L’elettrodomestico meno amato e che ci fa spendere di più: come risparmiare

Elettrodomestico bollette Ferro da stiro
Ferro da stiro – Foto da Pixabay

Diciamo la verità, la risposta alla domanda “a chi è che piace stirare?” probabilmente è nessuno.

È una delle classiche faccende di casa dalla quale tutti i componenti della famiglia cercano di sottrarsi. Tuttavia, è indispensabile a meno che non si voglia apparire trasandati o poco curati.

Come se non bastasse, il tanto odiato ferro da stiro è anche responsabile dei consumi più pesanti che gravano sulle nostre bollette, fatto che lo rende ai nostri occhi ancora meno amato.

Come fare, dunque, a risparmiare pur non potendo evitare di utilizzarlo? A volte bastano dei semplici escamotage. Innanzitutto, essere più attenti durante i nostri acquisti e cercare tessuti che non necessariamente richiedano di essere stirati una volta usciti dalla lavatrice.

A volte basta anche stendere i panni bagnati con oculatezza, per evitare spiacevoli grinze e pieghe. Usate le mollette con parsimonia poiché lasciano segni evidenti sul tessuto. É bene stendere le gonne dalla fodera o dalla vita mentre i pantaloni andrebbero messi ad asciugare appendendo le mollette sul cinturino o dalle parti delle cuciture laterali. Foulard e sciarpe andrebbero stesi dall’estremità, camicie e vestiti sulle grucce.

LEGGI ANCHE ->Lettiera del gatto troppo costosa, come risparmiare in modo intelligente

Importante accortezza: dobbiamo riservare attenzione anche alla qualità del lavaggio poiché tempo e uso di prodotti ammorbidenti possono addirittura arrivare a dimezzare i tempi di stiratura.

Non trascurate la manutenzione dell’elettrodomestico per non intaccare la sua efficienza e la qualità del lavoro, non dovendo ripassare più e più volte sullo stesso tratto di tessuto.