Truffa della Stella di Natale. Attenzione ai malviventi: non vi fate fregare dal raggiro

Truffa della Stella di Natale. I malviventi si approfittano del periodo delle festività per raggirare ingenui e onesti cittadini, prevalentemente anziani. Scopriamo la tecnica spregevole di reato

Stella di Natale
Stella di Natale – Foto da Pixabay

Siamo totalmente immersi nel mondo digitale che ormai drizziamo le antenne prevalentemente quando si parla di truffe che riguardano la pirateria informatica e i tentativi fraudolenti ai danni dei nostri conti telematici.

LEGGI ANCHE ->Quanto costa l’albero di Natale di Chiara Ferragni? La cifra da capogiro!

I malfattori, infatti, sono sempre più attivi per quanto riguarda le tecniche di phishing per cercare di estrapolare dati sensibili e informazioni private come pin, password e numeri della carta di credito, di debito, bancomat o paypal. Tuttavia, purtroppo, non sono affatto cessate le manipolazioni e i raggiri vis a vis. Vi raccontiamo l’ultima in termini di tempo che non risulta essere affatto una novità ma che sta cominciando a riprendere piede in concomitanza delle festività natalizie.

Truffa delle Stelle di Natale: cosa è avvaduto a una signora di Comeglians

Truffa stella di Natale
Truffa stella di Natale – Foto da Pixabay

La fantasia dei malviventi non ha limite e le occasioni come le festività natalizie rappresentano un ottimo scenario per dare sfogo ai loro intenti criminosi.

La storia che vi stiamo per raccontare viene da Comeglians, una cittadina del Friuli Venezia Giulia, in cui un’anziana signora è stata derubata di diverse centinaia di euro in contanti che custodiva all’interno della propria dimora.

Con la scusa di venderle una Stella di Natale, pianta simbolo delle festività di dicembre, un uomo, raggirandola, si è introdotto nella sua casa. Quando la donna si è accorta dell’avvenuto reato, era ormai troppo tardi. Ha chiamato il 112 per farsi soccorrere e sono intervenuti gli agenti dei Carabinieri della Compagnia di Tolmezzo per avviare le prime indagini.

Non è la prima volta che avviene un fatto con caratteristiche similari. Di solito il modus operandi è sempre lo stesso. In genere due persone seguono per un periodo di tempo prolungato un anziano/a per scoprire informazioni rilevanti come il suo indirizzo e la data di nascita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->I Vip e i regali di Natale, alcuni lasciano senza parole!

A questo punto, con il pretesto di un omaggio floreale (ad esempio per il compleanno) o una finta vendita per beneficenza, uno dei due si presenta alla porta della sua casa e lo distrae con una scusa; può essere qualsiasi cosa, come l’esigenza di usare il bagno o di bere un bicchiere d’acqua. Lo scopo è fare allontanare la vittima dall’uscio.

In quel momento interviene la seconda persona che si introduce nelle stanze della proprietà e afferra quanto possibile per poi dileguarsi senza essere vista.