Bonus per le casalinghe. Bisogna affrettarsi per richiederlo

Aiuti offerti alle casalinghe. Con un’autocertificazione è possibile richiedere un aiuto economico se si rientra in questi criteri.

Il lavoro delle casalinghe
Il lavoro delle casalinghe (Foto da Pixabay)

Anche se si hanno subite molte limitazioni in questi ultimi anni e anche se la crisi del lavoro non sembra voler allentare la morsa c’è chi comunque deve continuare a lavorare senza percepire nulla. Si parla delle casalinghe il cui mestiere non si ferma certo per la pandemia.

Qualunque sia la situazione economica i lavori dentro casa devono continuare ad essere svolti. Il bucato, la cucina, le pulizie, tutto questo non si ferma e in molti casi può anche provocare degli incidenti. Infatti non va mai dimenticato che chi lavora in casa lo fa il più delle volte da sola.

Se capitano incidenti di tipo domestico molto spesso possono risultare gravi proprio perché non c’è nessuno che possa aiutare tempestivamente. A questo proposito il governo vuole dare una mano, offrendo alle casalinghe un assegno che possa agevolare la loro situazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Inflazione, valore di dicembre schizza alle stelle: in cosa si traduce?

Aiuto economico per le casalinghe

Lavori domestici
Lavori domestici (Foto da Pixabay)

Per richiederlo c’è tempo fino al 31 gennaio 2022 e lo si può fare inviando un’autocertificazione che attesti quanto richiesto dai parametri di tale aiuto. Ogni dettaglio e modalità di invio della richiesta è possibile ottenerle informandosi sul sito ufficiale dell’INAIL.

Intanto però si sa già che non saranno tutte le casalinghe ad avere questo diritto. Rientrano nel premio assicurativo gratuito i soggetti il cui reddito personale lordo risulti essere inferiore a 4.648,11 euro. Il limite del reddito aumenta a 9.296,22 euro nel caso in cui il richiedente appartiene ad un nucleo familiare.

VEDI ANCHE ->Aiuti alle famiglie. 1.000 euro di bonus per agevolare alcune spese

La polizza assicurativa per le casalinghe infatti tutela contro danni e malattie verificatesi in ambiente domestico. In caso di danni permanenti, ovvero la cui percentuale di inabilità va dal 6% al 15%, può venire offerto un assegno il cui importo è attualmente pari a 337,41 euro.