Congedo straordinario Legge 104: ecco quanto può durare veramente

Congedo straordinario: cos’è, quanto dura come si applica e soprattutto può essere frazionato? Cosa dice la legge sul punto.

Disabile
(Steve Buissinne – Pixabay)

Il congedo straordinario è una misura della quale può usufruire il lavoratore dipendente che ha necessità di assistere un familiare affetto da grave handicap. A prevederlo la legge 151/2001 (ex legge 104) la quale dispone che nel corso dell’utilizzo di questi permessi, il lavoratore riceverà un emolumento pari all’ultimo stipendio nonché tutto quanto dovuto a titolo contributivo. La durata massima del congedo è fissata in 24 mesi consecutivi. Ma questo lasso di tempo può essere frazionato? Cosa dice la legge.

Congedo straordinario, può essere frazionato? Cosa dice la legge

Disabile
(Sabine GENET – Pixabay)

Il congedo straordinario può essere richiesto per 24 mesi consecutivi. Tuttavia, è possibile che il lavoratore, in base alle esigenze, chieda di frazionarlo. In questo caso la durata rimane invariata o ci sono delle rimodulazioni?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Saldo e giacenza media, quali sono i valori migliori e quelli da evitare

Se il lavoratore decide di usufruire del congedo in modo frazionato, a disposizione avrà 730 giorni che potrà distribuire – sottolinea la redazione di Money.it in risposta ad un utente- anche in diversi anni, a seconda di quelle che sono le esigenze familiari. A titolo esemplificativo, il lavoratore potrà richiedere 30 giorni consecutivi perché magari il convivente deve sottoporsi ad una cura. Poi, per mesi non usufruirne e avanzare nuova richiesta l’anno successivo. In sintesi, si tratta di uno strumento flessibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Denaro contante, quando si accende la spia delle Autorità: novità nel 2022

Tradotto, quindi, significa che il congedo ha durata di 24 mesi, ma se se ne vuole usufruire in maniera frazionata sarà pari a 730 giorni che potrà scegliere con quali modalità e quali tempi poterne fare uso anche dopo i due anni di cui si sostanzia la misura. La redazione di Money.it con un esempio molto chiaro fa comprendere il meccanismo.

Si pensi a chi ogni settimana decide di usufruire di due giorni di congedo. Numeri alla mano, si traduce in 104 giorni all’anno. Con questo ritmo, il suo periodo per poter sfruttare la misura si allunga a sette anni.