Una nuova truffa viaggia via SMS: di cosa si tratta

Diversi utenti hanno segnalato la ricezione di sms in cui compare il nome della loro banca: si tratta di una nuova truffa del tipo smishing.

Truffa via sms (foto pubblico dominio)

Come segnalato da alcuni utenti tramite Twitter, questi hanno ricevuto messaggi SMS che informano che è stato rilevato un accesso non autorizzato al conto corrente bancario, motivo per cui devono cliccare su un link per risolverlo. Si tratta dell’ennesima truffa che viaggia per brevi messaggi di testo, il cosiddetto smishing, termine che è la contrazione tra SMS e phishing. Ne abbiamo parlato diverse volte e il consiglio è sempre lo stesso: fate attenzione ai dati immessi in Rete.

Smishing: truffa via sms, il mittente sono due famose banche (ignare di tutto!)

Questa ultima truffa arriva dalla Spagna e a ricevere questo tipo di messaggi di testo sono utenti che si ritrovano come mittente Banco Santander e BBVA. Inoltre, altri clienti di queste banche hanno ricevuto un SMS di avviso che il loro conto bancario doveva essere chiuso a causa di un aggiornamento. Per sbloccarlo, devono seguire un collegamento apparentemente sicuro che appartiene effettivamente a un sito Web russo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Monete da 2 euro false: così potete essere truffati!

In quel momento scatta ovviamente la truffa mascherata appunto da problema personale del proprio conto bancario. Come caratteristica differenziale di questa campagna, il fatto che gli SMS fraudolenti siano inclusi nel thread di messaggi utilizzato dai soggetti legittimi per comunicare con i propri clienti, ad esempio per autorizzare gli acquisti. In sostanza, rispetto ad altre truffe passate, stavolta le vittime sono proprio clienti di quelle banche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Sms truffa di Poste Italiane: attenzione se arriva questo sms

A causa di questi reclami, BBVA ha ricordato che non invierà SMS con collegamenti o richiederà password o dati personali in questo modo. Hanno anche raccomandato ai clienti di eliminare questi messaggi se li ricevono. Anche Banco Santander ha indicato che, in tali situazioni, è meglio proteggere i dati sensibili richiesti tramite questi SMS. In sostanza, le banche invitano apertamente a diffidare di questi messaggi.