I codici contro la crisi, come vengono sostenute le imprese

Arrivano i codici per i contributi alle imprese. Ora è possibile affrontare la crisi economica e i prezzi di luce e gas.

Codici tributo
Strutture aziendali (Foto da Pixabay)

Sono disponibili per le imprese i codici volti all’attivazione dei contributi alle imprese per affrontare i costi elevati di elettricità e gas. Si tratta di contributi che si presentano sotto varie entità e che non saranno percepiti da tutti e per tutti allo stesso modo.

Infatti saranno alcuni criteri legati all’azienda stessa a parlare e a decidere chi e come potrà usufruire dell’aiuto dello Stato per poter riemergere da questa terribile crisi economica. Inoltre non saranno sufficienti tutti i dati dichiarati in questi anni, obbligatori dal punto di vista legale, agli uffici competenti in materia di previdenza sociale.

I fondi non saranno rivolti in maniera diretta a chi ne avrà bisogno ma sarà necessario presentare la propria richiesta. Non si tratta di una vera e propria domanda ma si dovranno rendere noti i codici concessi dall’Agenzia delle Entrate. Cerchiamo di spiegare più nel dettaglio.

Come le imprese potranno ricevere aiuti

Codici tributo
Impianti elettrici (Foto da Pixabay)

L’Agenzia delle Entrate rende noti dei codici tributo per quelle aziende che possono far richiesta di un sostegno economico per affrontare la difficile situazione di luce e gas. Questi aiuti saranno rivolti alle imprese considerate a forte consumo di energia elettrica e di gas, ma anche, seppur in maniera differente, a quelle meno dispendiose di tali consumi.

Per quelle imprese considerate a forte consumo di energia elettrica il contributo sarà erogato sotto forma di credito di imposta pari al 25% delle spese. Ci si riferirebbe alle spese sostenute per la componente energetica acquistata e utilizzata solo nel secondo trimestre del 2022. Discorso simile per la componente gas. Cambia soltanto la percentuale che scenderebbe al 20%.

Discorso differente invece per quelle imprese che registrano consumi più contenuti. Per quanto riguarda l’energia il contributo straordinario, sempre sotto forma di credito di imposta, sarà offerto con una percentuale pari al 12%. Mentre le condizioni non sembrano cambiare per il gas.

Seppur non è necessario presentare una vera domanda è importante presentare il codice, che è stato fornito, nel modulo dell’F24. Presentando così formarle richiesta di rimborso in percentuale per quelle spese alle quali il codice si riferisce.