Il Bonus Tari si somma a tutti gli altri, ma non è per tutti

La crisi affrontata con i Bonus. Ricordiamo che è disponibile anche il Bonus Tari e quali sono i requisiti per accedervi.

Bonus Tari contro la crisi
Crisi (Foto da Pixabay)

Continuano i bonus, ovvero l’erogazione di milioni di euro a sostegno delle famigli in difficoltà, con l’obiettivo di contrastare il periodo di crisi. In diversi sono molto dubbiosi sull’efficacia di questo metodo eppure si continua a devolvere fondi su fondi alle famiglie considerate più povere.

Se questi fondi aiuteranno le famiglie più povere a far ripartire l’Italia allora non abbiamo di che preoccuparci. Eppure solitamente si crede di poter affrontare una crisi non ponendo dei ripari verso coloro che non offrono un reale contributo economico, se così fosse avrebbero redditi maggiori, ma eliminando la fonte che genera la crisi.

La fonte è generalmente la mancanza di lavoro e il lavoro di solito manca perché le imprese, le aziende, le Partite Iva sono sommerse dalle tasse e non riuscendo a guadagnare per sé stessi preferiscono chiudere. Ma se i lavoratori smettono di lavorare non potranno più contribuire neanche a sostenere quelle famiglie che invece non lo fanno e forse è per questo che in molti sono scettici riguardo all’attuale sistema economico.

Il Bonus per pagare la Tari

Bonus Tari contro la crisi
Aiuti verso i più poveri (Foto da Pixabay)

Ma le misure per contrastare comunque questo stato di crisi non si fermano e quindi il Governo ha disposto un ulteriore bonus per affrontare anche la spesa della Tari. Si tratta della tassa destinata a finanziare quei costi relativi alla raccolta e smaltimento dei rifiuti di ogni cittadino, ma non solo. L’imposta servirebbe anche a coprire, almeno in parte, i costi di gestione per il lavaggio e la pulizia di strade e zone pubbliche.

A dover pagare questa tassa sono tutti coloro in possesso di locali abitativi, ovvero ogni ambiente che possa produrre rifiuti urbani è soggetto al pagamento della Tari. A calcolare l’ammontare del pagamento invece è il Comune stesso, in base ad alcuni fattori principali. Quindi tutti i cittadini presenti su suolo italiano che vivono in un’abitazione devono pagare questa tassa. Allo stesso modo di come devono pagare le bollette e i rincari che ci sono stati.

Il Governo quindi propone degli aiuti ma non per tutti. Gli aiuti arriveranno sotto forma di bonus solo a coloro che presentato un reddito all’incirca sotto gli 8.000 euro e che quindi percepiscono già il Reddito o la Pensione di Cittadinanza. Questi potranno fare richiesta informandosi presso i canali ufficiali.