Il mestiere più pagato in Italia e perché potrebbero farlo tutti

Il mestiere più pagato in Italia. Sfatiamo un mito nato da poco ma che vuole infettare tutte le giovani menti insegnando loro ad accontentarsi del minimo.

Mestiere più pagato in Italia
Studiare (Foto da Pixabay)

Lo studio non è per tutti. In molti sono ormai convinti che studiare non serve a niente e questo è certamente il primo obiettivo raggiunto da chiunque vi voglia comandare. In realtà è noto da tempo che è più facile gestire persone che non sanno, non conoscono, e non vogliono capire. Ma questo è un concetto che solo chi si ferma a riflettere per imparare può apprendere. Questo è studiare.

Anche solo la parola “studiare” fa venire i brividi a molti, e questo è facile da ottenere se si hanno scuole che invece di insegnare come vivere, insegnano a temere la vita stessa. Forse non tutti amano lo studio, non inteso per forza come frequentazione accademica, ma solo come crescita personale in una professione. Ma di certo a tutti piace avere soldi in tasca.

Sfatiamo allora questo recente mito che studiare non serve a niente. Non serve solo a chi nella vita non vuole fare niente. Chi è imprenditore, chi ha una professione in mano, chi ha fatto successo nella vita ha studiato. Non per forza con un pezzo di carta in mano, ma ha studiato i metodi e i meccanismi della propria professione e ha imparato a scalare la vetta. Tutti possono scalare se sono disposti a imparare come si fa.

Il mestiere più pagato in Italia

Mestiere più pagato in Italia
Uomo di successo (Foto da Pixabay)

Se siete ancora convinti che studiare non serve a niente vi sono molti professionisti che potrebbero smentirvi dicendovi che è grazie agli studi che ora guadagnano molto. Inoltre non va neanche data troppa colpa alla crisi attuale se non si fa successo nella vita, perché i mestieri più pagati al momento sono quelli ritenuti sempre essenziali, ma anche quelli che richiedono delle competenze.

Il lavoro più pagato in Italia è quello del notaio. Per fare il notaio bisogna studiare, prendere un diploma, una laurea e anche delle specializzazioni professionali per il proprio percorso formativo. Ma chi fa il notaio non sente crisi lavorativa e i suoi compensi sono i più alti in Italia. Parlando in termini lordi un notaio registra circa 260 mila euro l’anno, ovvero uno stipendio che si aggira intorno ai 10.000 euro al mese.

Al notaio seguono ovviamente altre professioni ben pagate come il magistrato, l’avvocato, il medico specialista e sono tutti mestieri per i quali serve una preparazione professionale. Forse non è vero che lo studio non serve e forse non è giusto accontentarsi di quel poco che si dice in giro.