Bonus rubinetti: come ottenerlo e a chi spetta, tutti i dettagli

Bonus rubinetti e sanitari 2022: che cos’è e a chi si rivolge? Tutti i dettagli del nuovo incentivo per gli italiani.

bonus rubinetti novità
Rubinetto (Pixabay)

I cittadini italiani hanno a disposizione un bonus per la sostituzione dei rubinetti e dei sanitari valido dal 2022 fino al 31 Dicembre 2023. Si tratta di un’agevolazione volta ad ottenere uno sconto per cambiare i sanitari e i rubinetti, ma per riceverlo bisogna avere determinati requisiti.

Scopriamo insieme quali sono, a quanto ammonta la cifra del bonus e quali sono le spese che possono essere fatte con tale aiuto.

Bonus rubinetti e sanitari, di cosa si tratta?

L’importo del bonus rubinetti e sanitari ammonta a 1000 euro e la cifra può essere utilizzata la sostituzione dei sanitari e dei rubinetti, ma solo se si hanno determinati requisiti.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Bonus Partita IVA, quanto vale, chi ne ha diritto e come richiederlo

Il primo in assoluto riguarda l’edificio, esso deve essere già esistente, dunque la sostituzione deve avvenire in parti di strutture o singole unità immobiliari. Il cambio riguarda:

  • vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico (comprese le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti);
  • rubinetti e miscelatori per bagno e cucina (compresi i dispositivi per il controllo del flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto);
  • soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto.

Con il bonus rubinetti e sanitari 2022 possono essere effettuate anche le spese online, ma a una condizione: la fattura elettronica o un altro documento commerciale emesso dal fornitore devono essere lineari così da ricavare le specifiche tecniche del prodotto, della posa in opera e dell’installazione, oltre alle informazioni di tutte le spese per cui si chiede il rimborso complessivo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Bonus di 200 euro: l’annuncio di Draghi

L’obiettivo del bonus è quello di avviare un lavoro di miglioramento inerente agli scarichi e al consumo dell’acqua corrente.

Come fare la domanda

Chi è interessato ad ottenere il bonus, per fare la domanda dovrà dichiarare una serie di dati riguardanti sia al soggetto che ha vuole di richiedere l’aiuto, sia ai prodotti che rientrano nella lista della spesa.

Quindi, ai fini della richiesta saranno importanti i dati anagrafici e tecnici e le coordinate bancarie attraverso cui sarà possibile accreditare il rimborso che spetta al richiedente, qualora la domanda venga accettata.