Conad, dona una spesa: il grande cuore dei clienti fa la differenza

Dopo il successo ottenuto nel 2021, anche quest’anno viene rilanciata l’iniziativa “Dona una spesa”, per aiutare le famiglie italiane più in difficoltà a fare acquisti negli store Conad.

dona una spesa Conad
(Pixabay)

Lo scorso anno, l’iniziativa solidale di “Dona una spesa” ha raccolto ben 24.150 euro (di cui 19.250 euro dalla regione Lombardia), poi trasferiti in carte pregate Conad e distribuiti dalle varie associazioni aderenti alle famiglie sul territorio nazionale che ne avevano più bisogno.

A partire da sabato 7 maggio “Dona una spesa” è tornata ad essere attiva: viene promossa da Conad Centro Nord e si dedica alla raccolta di generi alimentari per le famiglie italiane con maggiori difficoltà economiche.
Anche per quest’anno, la Lombardia è particolarmente coinvolta: sono attivi sei Centri di Servizio per il Volontariato Lombardo (CSV).

Fin da sabato, sono stati presenti nei superstore Conad i volontari delle associazioni del territorio per distribuire ai clienti dei sacchetti da riempire con generi non deperibili necessari per la dispensa di una famiglia in difficoltà: ad esempio, olio, tonno, pasta, biscotti, legumi, farina, alimenti per bambini e anche prodotti destinati all’igiene personale e domestico.
Tutti i cittadini, in questo modo, sono invitati ad aiutare chi non può permettersi di entrare al supermercato e fare la spesa: significa trasformare un gesto quotidiano spesso dato per scontato in un gesto di solidarietà che può cambiare la giornata di qualcuno.

Conad “Dona una spesa”: via alla raccolta di beni “da dispensa” per le famiglie in difficoltà

dona una spesa Conad
(Pixabay)

Si tratta di un aiuto essenziale, oggi più che mai, per moltissime famiglie che stanno soffrendo più di altre la situazione post-pandemica e le conseguenze della guerra in Ucraina.

Leggi anche -> Legione straniera, volontari per l’Ucraina: quanto guadagna un legionario

In provincia di Cremona, l’iniziativa “Dona una spesa” è sostenuta dalla mobilitazione dei volontari dell’Associazione non profit No Spreco, che opererà presso le Conad in Viale Po e in Via Marconi; a Crema e Cremasco ci sono la Caritas Diocesana Crema, la Protezione Civile Spino d’Adda, l’Associazione VolonVailate, l’Associazione A Braccia aperte di Offanengo che si muovono nei punti vendita di via Macello e via Repubblica a Crema, in quelli di Offanengo, Vailate e Spino d’Adda; a Casalasco c’è l’Associazione Le Aquile ODV che permette donazioni nei punti vendita di Casalmaggiore in via della Repubblica e di Piadena in via Galileo Ferraris.

Leggi anche -> Bonus spesa, può arrivare fino a 1.400 euro: chi può fare domanda

Maggiori informazioni sull’iniziativa lombarda sono disponibili sul sito www.csvlombardia.it