Penelope Cruz, parole che stupiscono: “La verità è che non l’ho mai fatto”

In una intervista rilasciata in Italia, Penelope Cruz svela un aspetto molto intimo che la riguarda. Le sue parole sorprendono.

La Cruz durante un evento
La Cruz durante un evento (Foto Instagram)

Penelope Cruz, da anni ed anni, è una icona di seduzione. Bellissima ma non solo, l’attrice spagnola riesce a farsi amare anche a livello emotivo ed intellettivo. La compagna del collega e connazionale Javier Bardem, che ha sposato nel 2010, quando parla non lo fa mai per dire cose banali.

E la musa ispiratrice di Pedro Almodovar anche stavolta ha rilasciato dichiarazioni che possono essere largamente condivisibili. In tanti elogiano la 48enne di Alcobendas per la semplicità e la sobrietà che la caratterizzano.

Proprio due virtù che sono emerse nel corso di una recente intervista rilasciata a margine di un evento che è avvenuto in Italia. Si tratta della Master Class di Chanel, svoltasi a Firenze. Interpellata su di un preciso argomento, Penelope Cruz ha risposto in maniera anche sorprendente.

Penelope Cruz, la rilevazione che stupisce tutti

La Cruz ha dichiarato di vivere ben alla lontana da quelli che sono gli standard di oggi e che si sono affermati in particolar modo a partire dai primi anni 2000.

Da quel periodo in poi, e quindi più o meno da un ventennio, il mondo ha conosciuto la diffusione di pc e smartphone moderni e delle connessioni internet 24 ore su 24 diffuse sia negli ambienti domestici che quando si è in giro.

Questi sono fattori che hanno influito moltissimo gli stili di vita di tutti noi. Ma una volta non era così. “Negli anni Novanta era tutto diverso”, ha dichiarato la bella Penelope. “Ed io vivo ancora come allora, per la grossa. Utilizzo molto poco la tecnologia nel mio quotidiano”.

I ritmi di oggi sono al limite dell’aberrazione

Un argomento che riguarda anche la moda ed il cinema, dal momento che il virtuale e la tecnologia hanno preso campo anche in questi due. Ed oggi l’attrice svela di vedere fin troppa esasperazione nel modo di vivere dei cosiddetti millennials, ovvero dei ragazzi di oggi, che in questa tecnologia sono nati.

Quando Penelope era ragazza – ma la cosa riguarda anche in tanti che sono nati negli anni Ottanta a scendere – le dinamiche erano molti diverse. Si viveva in maniera più “lenta” ma anche più sincera, a suo dire. “Questi sono gli aspetti negativi della tecnologia. Bimbi e ragazzini possono avere conseguenze negative, come appurato da alcuni studi scientifici”.

La presa di posizione della Cruz è netta. Lei fa anche un esempio ben specifico. “Mia nonna da ragazzina mi aveva insegnato a cucire. Oggi non penso più che questa cosa sia più così diffusa”. E la valenza simbolica di questa cosa sta andando disperdendosi.