Multe ed atti: ti troveranno anche senza inviarti una raccomandata

Multe ed atti verranno notificate in modalità telematica: vediamo cosa cambia

raccomandate addio notifiche digitali
(foto Instagram)

Multe ed atti inviati dalla Pubblica Amministrazione ai cittadini cambiano passo ed entrano nell’era digitale. Si abbandona la forma cartacea e l’invio a mezzo raccomandata per passare alla forma digitale sul portale. Una svolta epocale che cambierà la vita di tutti. I privati non fanno più ricorso alle raccomandate cartacee già da tempo. L‘avvento della posta elettronica e della Pec ha mandato in pensione da tempo la precedente modalità cartacea ormai superata. Persino i licenziamenti si possono comunicare per email e WhatsApp.

La Pubblica Amministrazione si adegua e passa alla modalità digitale. Si attiverà a breve la Piattaforma notifiche digitali che consentirà la transizione. Tale procedura tecnologicamente innovativa arriva grazie al Decreto attuativo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 6 giugno scorso.  Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Trasformazione digitale dell’8 febbraio 2022 n. 58 entrerà in vigore a partire dal 21 giugno 2022.

La Piattaforma notifiche digitali: vediamo di cosa si tratta

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

La Piattaforma notifiche digitali che entrerà a regime il prossimo 21 giugno è un sistema di notifiche tramite app. L’acronimo è Pnd e ci notificherà gli avvisi sugli smartphone. Si abbandonano dunque le raccomandate cartacee inviate a mezzo posta per fare spazio alle nuove comunicazioni elettroniche indirizzate ai domicili digitali dei cittadini. Una cassetta delle lettere virtuale su cui arriveranno le notifiche digitali di atti amministrativi di ogni sorta.

Il portale consentirà di ricevere multe, cartelle esattoriali, comunicazioni e avvisi provenienti dall’Agenzia delle Entrate. La nuova piattaforma sarà gestita da PagoPa per consentire i relativi pagamenti.  Contemporaneamente fornirà la fruizione di certificati, permessi, autorizzazioni da parte della Pubblica Amministrazione. Un canale diretto che agevolerà e velocizzerà le comunicazioni sia in entrata che in uscita.

L’App da scaricare è IO che sarà il punto di accesso telematico per i cittadini. Attraverso IO gli utenti possono attivare il servizio di messaggistica per ricevere gli avvisi di cortesia. Ogni notifica sarà univocamente individuabile e rintracciabile attraverso un codice Iun, l’identificativo univoco notifica. L‘accesso è subordinato all’autenticazione tramite le credenziali SPID o tramite la Cie, la carta d’identità elettronica. Sarà inoltre possibile ottenere la copia cartacea degli atti notificati.

Per chi non possiede l’identità digitale niente paura. La Pubblica Amministrazione continuerà ad utilizzare il sistema delle raccomandata tradizionale ancora per qualche tempo in mancanza di un recapito digitale. Ma non sarà inviato l’atto da notificare ma le modalità di accesso telematico con link, bar code o QR code. Di sicuro gradualmente tale modalità verrà superata.