Case, indice dei prezzi in salita: la stima dell’Istat

Sale l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dagli italiani nel primo trimestre del 2022: l’indagine Istat parla di un +1,7% rispetto ai tre mesi precedenti.

Case indici prezzi analisi Istat
(Jens Neumann – Pixabay)

L’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dagli italiani, nel primo trimestre del 2022, ha registrato un aumento del +1,7% rispetto ai tre mesi precedenti ed un +4,6% se lo si raffronta con lo stesso periodo ma del 2021. Questo quanto emerso da una recente stima effettuata dall’Istat il quale ha rilevato come, nonostante l’attuale quadro di precarietà, il trend di crescita iniziato nel 2019 non si è frenato.

Case, indice dei prezzi in salita: la stima Istat parla di valori record

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Nonostante il clima di incertezza e preoccupazione dovuto al conflitto in Ucraina, si conferma e si consolida il trend di crescita avviatosi nel terzo trimestre 2019“. Questo, riporta l’Ansa, quanto affermato dall’Istat a commento della sua indagine sull’indice dei prezzi delle case acquistate dagli italiani.

Nel primo trimestre dell’anno in corso, infatti, il valore sarebbe salito dell’1,7% rispetto ai tre mesi precedenti e di ben il 4,6% se raffrontato con lo stesso periodo ma del 2021. I prezzi delle abitazioni esistenti, che rappresentano oltre l’80% dei valori che compongono l’indice aggregato, hanno fatto registrare il trend in crescita più alto mai registratosi da quando esiste la serie storica. Si parla, nel dettaglio, di un +4,5%.

In aumento anche il costo delle nuove abitazioni con un +5%. Piccola e relativa la frenata subita, considerata la rilevazione precedente a +5,3% dove si era toccato il record.

Ma i primi tre mesi del 2022 si guadagnano un altro Guinness quello del risultato complessivo dell’indice dei prezzi delle abitazioni Ipab e quello sulle case esistenti.

Questi andamenti si manifestano – ha affermato l’Istituto di ricerca stando a quanto riferiscono i colleghi dell’Ansa- in un contesto di persistente e vivace crescita dei volumi di compravendita (+12% l’incremento tendenziale registrato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate per il settore residenziale, dopo il +15,7% del trimestre precedente)“.