Bonus Acqua, che proposta: fino a 5mila euro di rimborso

In arrivo anche il bonus Idrico 2023 per incentivare l’uso dell’acqua del rubinetto rispetto a quella in bottiglia. Andiamo a scoprire nel dettaglio in cosa consiste.

bonus idrico
(Pixabay)

Tra i bonus più importanti che sono stati messi a disposizione del Governo c’è il Bonus Idrico 2023. Si tratta di un provvedimento che, destinato sia a cittadini privati che alle aziende, ha come scopo quello di andare a migliorare la fruibilità dell’acqua.

Non si vuole fare altro che favorire la riduzione degli sprechi di acqua. Un modo per far sì che l’acqua in bottiglia non venga più preferita rispetto a quella del rubinetto.

Scegliere l’acqua del rubinetto invece di quella in bottiglia, poi, aiuta a dare anche un grosso contributo alla lotta contro il consumo di plastica che può comportare la migrazione di sostanze tossiche. Un problema che con l’acqua del rubinetto non si pone.

Bonus idrico: in cosa consiste e quali sono i requisiti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Grazie al bonus idrico, sarà possibile installare dei sistemi di filtraggio molto efficienti, potendo usufruire delle spese relative all’installazione degli impianti. E’ possibile installare anche dei sistemi di raffreddamento oppure di mineralizzazione di anidride carbonica, utili per ottenere l’acqua frizzante.

Oltre alle agevolazioni relative ai grandi elettrodomestici e al rinnovamento di alcuni ambienti come bagno e cucina, dunque, si può usufruire anche di questo bonus idrico e della detrazione del 50% sugli addolcitori, ad esempio.

Per poter ricevere il bonus, comunque, bisogna conservare bene le fatture e tutti gli scontrini utili con tanto di pagamenti tracciabili (tramite bonifico, con carta di credito o assegno).

Per richiedere il bonus è di fondamentale importanza che il venditore emetta scontrino oppure fattura con tanto di codice fiscale di colui che beneficia del bonus. Questa cifra viene usata come credito di imposta ed è compatibile per la compensazione dell’Irpef o dell’Imu.

Per richiedere il bonus, non si dovrà fare altro che accedere al sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrare dal primo gennaio al 28 febbraio 2023.

Per ogni immobile, si può richiedere un impianto di filtraggio e il limite massimo di spesa consentito è di 1000 euro.