Anche le banche contro la siccità: Intesa Sanpaolo investe una grossa cifra

L’istituto di credito Intesa SanPaolo ha destinato dei fondi all’intervento contro la siccità, per soccorrere le aziende e rendere più efficienti i sistemi di irrigazione. 

Intesa SanPaolo investe contro siccità
(Pixabay)

La Banca Intesa SanPaolo ha previsto dei prestiti destinati ad intervenire contro l’emergenza siccità. I fondi sono riservati alle imprese agricole delle regioni maggiormente colpite e per le quali il Governo ha istituto lo stato di emergenza.

Non sembra essere un problema destinato a sparire molto presto: i tempi saranno lunghi e le aziende agricole devono essere in grado di affrontarli. Dalla liquidità per rimediare nel breve termine ai danni più rilevanti, ai piccoli interventi aziendali per razionare l’uso dell’acqua, la situazione è più grave di quanto si possa immaginare. Proprio a questo scopo l’istituto di credito Banca Intesa SanPaolo ha creato un fondo usufruibile dalle imprese agricole localizzate: si tratta di 100 milioni di euro destinati proprio a questo tipo di interventi.

Anche Banca Intesa SanPaolo contribuisce a combattere la siccità

Intesa SanPaolo investe contro siccità
(Pixabay)

In Italia, la situazione siccità è sempre più grave, nonostante negli ultimi giorni il caldo abbia allentato la presa e alcuni temporali si siano riversati su Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, fino al Sud del Paese.
Lo scorso giovedì, Liguria e Toscana hanno dichiarato lo stato d’emergenza e l’Anbi ha dichiarato particolarmente grave la situazione nel Nord della Campania, in particolar modo per il Bacino del Liri Garigliano Volturno.
Lo stesso giorno, in Molise il Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro ha annunciato i turni per l’irrigazione. Il livello del Volturno è mezzo metro più basso rispetto a com’è normalmente in questo periodo dell’anno.

Leggi anche -> Siccità, è arrivato il momento: scattano razionamenti e blocchi, come faremo?

Nelle regioni del Nord vige lo stato d’emergenza e le norme adottate riguardano il risparmio idrico. E’ obbligatorio per le aziende agricole, nonostante le coltivazioni in atto, ridurre al minimo il consumo d’acqua.

Banca Intesa SanPaolo ha istituito un plafond di 100 milioni di euro. Sono messi a disposizione delle piccole e medie imprese agricole alle prese con le conseguenze della siccità. L’obiettivo dell’istituto di credito è dare sostegno immediato. Si cerca di far riprendere nel minor tempo possibile l’Italia dalla situazione d’emergenza, con particolare attenzione alle regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto.

Leggi anche -> Bonus Acqua, che proposta: fino a 5mila euro di rimborso

Il comunicato stampa dell’Intesa SanPaolo comunica che è possibile richiedere finanziamenti anche a breve termine con rimborso in un’unica soluzione o rimborsi rateali. Sono destinati al risparmio dell’acqua e all’ottimizzazione delle risorse idriche.
Sarà possibile richiedere e ottenere queste soluzioni in tempi rapidi per poter accedere subito e usufruirne subito.

Se lo stato d’emergenza dovesse estendersi, Intesa SanPaolo si dichiara disponibile a sostenere anche le altre Regioni.