Sms da UniCredit: attenzione al messaggio o siete in trappola

Sms truffa a nome UniCredit: nuovo tentativo di pishing sul proprio smartphone. Cosa bisogna fare per non cadere nella trappola

truffa unicredit

C’è un nuovo sms che sta circolando sui nostri smartphone. Nella giornata di mercoledì 27 luglio diverse segnalazioni sono arrivate dai clienti UniCredit che hanno ricevuto questo sms:

ATTENZIONE ! La sua App UniCredit risulta attiva ad un nuovo dispositivo in Lugano,se non è lei lo blocchi seguendo il portale: https://cutt.ly/8ZiS4ya

Ricordiamo innanzitutto che non bisogna cliccare sul link. L’aspetto principale che inganna il cliente è che il messaggio arriva nella chat della banca. Chi usa la carta per pagare sa che apre una conversazione sul proprio smartphone con il proprio istituto e ogni volta che effettua un pagamento, nella chat c’è il nuovo messaggio che annuncia la transazione.

Proprio lì si inserisce anche questo messaggio. Innazitutto bisogna restare calmi perché è facile farsi prendere dal panico. Poi per sicurezza è meglio chiamare la propria banca e anche se i tempi d’attesa sono lunghi vale la pena attendere.

Sms truffa a nome UniCredit: cosa non bisogna fare

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

L’obiettivo dei truffatori è ottenere dati sensibili del proprio conto. Qualora si dovesse dare solo il proprio numero di telefono (meglio comunque evitare), si può stare tranquilli perché è un’informazione reperibile.

Ciò che va assolutamente evitato sono i dati della carta, il numero, il codice adesione e il Pin di cinque cifre e quello da otto per accedere all’area online. Questi sono strettamente personali e non vanno forniti neanche all’impiegato allo sportello.

Dopo un tentativo del genere, è opportuno parlare solo con la propria banca e seguire i consigli degli addetti. Per avere ulteriore certezza, probabilmente sarà consigliato di cambiare Pin.

Che si tratta di un messaggio truffa basta osservare bene alcun particolari. Innazitutto la banca non comunica mai aprendo un messaggio in modo così allarmistico. Sbagliata è anche l’ortografia.

Prendiamo ad esempio il messaggio citato. Dopo ATTENZIONE c’è uno spazio con il punto affermativo. Se fosse stato scritto correttamente, non ci sarebbe stato lo spazio che invece non c’è dopo “Lugano”, con la virgola che è attaccata alla parola precedente.