5G nei lampioni, il video è virale: vi spieghiamo cosa è successo

Appare un lampione LED 5G su TikTok, il popolo del World Wilde Web si scatena. Dove si trova realmente la verità? scopriamolo insieme

5G
lampione LED 5G (Screenshot TikTok)

Il 5G ci perseguita. Sembra essere ovunque. È infatti il 25 agosto 2021 quando, sul profilo dell’utente Johnny Price, sulla piattaforma social Tik Tok, appare un video. Il mondo si è quindi svegliato una mattina e sui suoi “Per Te” ha trovato 12 secondi di video. Ma cosa conterrà mai questo suddetto video?

Premendo play vediamo un uomo sulla sinistra, indossa un giubbetto catarifrangente, un elmetto protettivo bianco in dotazione, ed occhiali da sole dalla lente rossa a specchio. L’uomo si trova vicino ad un lampione a luce LED ed invita il suo pubblico a casa a scoprire con lui il reale contenuto del lampione. “Let’s see what’s inside”, tradotto “scopriamo cosa c’è dentro”.

Afferra l’estremità che fa da coperchio alla luce e apre quindi la struttura del lampione stradale. È in questo momento che scopriamo assieme a lui la presenza di un adesivo. Il quadratino di plastica ha stampato sopra di sé una scritta nera su sfondo giallo, come cantava il celebre cantautore Genovese, Fabrizio De André, “c’era un cartello giallo, con una scritta nera”, in Bocca di Rosa. Ma a differenza sua, l’adesivo, più piccolo e meno appariscente, recita semplicemente “5G”.

5G, cosa c’è di vero Online?

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Non sembra lasciare spazio a equivoci non trovate? Certamente il pubblico italiano dell’uomo che ha condiviso il video condivide questo pensiero. Infatti, nel post dello scorso 8 agosto, condiviso su Facebook, in allegato al video palesa un commento preoccupato. le remore dell’utente hanno per argomento le conseguenze del 5G sulla salute delle persone che vivono attorno alle zone in cui la tecnologia “5th Generation” è in uso.

L’utente del profilo non si capacita di come un male così palese possa essere ignorato dalle masse, solo per delle piccole agevolazioni sulla vita di tutti i giorni. Sembra essere tutto molto convincente. Non fosse per un unico dettaglio, sfuggito all’utente Facebook italiano che ha deciso di repostare il video di Johnny a quasi un anno di distanza dalla sua originale pubblicazione.

L’uomo infatti ha più di 50 mila follower sulla piattaforma social. Persone che lo seguono per i suoi video umoristici a sfondo complottistico. È solito infatti attaccare adesivi simili in giro e a “trovarli”, puramente a scopo ironico.