DAZN Down: come ottenere il rimborso con bonifico

Dazn comincia il campionato nel peggiore nei modi. Ancora una volta la piattafoma streaming fa infuriare gli abbonati

Dazn
AnsaFoto

Serie A, buona la prima, ma anche no. Con il ritorno del massimo campionato italiano di calcio si riaccendono vecchie polemiche, da quelle arbitrali negli anticipi del sabato a quelle televisive nei posticipi della domenica.

“Se stai riscontrando dei problemi di accesso, utilizza il link nelle Instagram stories per vedere Salernitana-Roma e Spezia-Empoli”, Così Dazn ha comunicato ai propri abbonati di continuare a vedere le gare trasmesse in contemporanea ieri sera. Non è certamente la prima volta che la piattaforma presenta palesi problemi e ora intervengono anche i politici.

Sarà che siamo in piena campagna elettorale o che anche i rappresentati del popolo tifano e vorrebbero godersi il calcio alla tv. Salvini ha detto che Dazn “fa schifo” mentre il Pd ha chiesto l’intervento dell’Agcom e della Lega calcio.

Rimborso Dazn, come fare

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

A proposito di Agcom, Dazn spiega com’è possibile chiedere il rimborso ai sensi della Delibera 17/22 del Garante della comunicazione. L’utente deve inviare la richiesta “entro 7 giorni di calendario dalla messa a disposizione da parte di Dazn dei dati di playback relativi all’evento interessato”.

Solo il titolare dell’abbonamento può avanzare la domanda utilizzando l’indirizzo email indicato quando ha sottoscritto l’abbonamento inviando tutto all’indirizzo e-mail richiestarimborsodazn@dazn.com o tramite invio della pec rimborsidazn@legalmail.com.

Nella sezione Help del sito di Dazn c’è il modulo che va compilato in tutte le parti richieste. Inoltre bisognerà allegare uno screenshot nei formati PNG o JPEG dei dati riportati sul test Misurainternet che consenta l’identificazione della data e ora per verificare la correlazione diretta rispetto all’evento per ilquale si fa richiesta di rimborso.

Tutti contro Dazn

Insomma, già l’idea di scendere in campo a metà agosto non è piaciuta ai tifosi, ma il mondiale in programma a novembre ha obbligato l’inizio anticipato della Serie A. Si voleva però evitare di farlo nel giorno di Ferragosto (oggi sono in programma Hellas Verona-Napoli e Juventus-Sassuolo) ma la logica mai digerita dello spezzatino, degli anticipi e dei posticipi in giorni e orari impossibili, ha prevalso ancora una volta.

E sul web scoppia l’ironia che bersaglia Dazn che con la Serie A ha partecipato alla campagna contro la pirateria che “uccide il calcio”. Una fease che si è prestata a vari utilizzi da parte dei tifosi.