“Accettiamo solo contanti”, la nota pizzeria nel mirino dei delatori del POS

Solo contanti, ma c’è l’obbligo dei pagamenti elettronici: ancora una segnalazione nella prima estate con il Pos che non si può rifiutare

pizzeria senza pos
foto pubblico dominio

Dal 30 giugno scorso se il cliente di un’attività commerciale o di un libero professionista vuole pagare con il Pos, deve essere accontentato per legge. Se c’è il rifiuto, la pena è una multa di 30 euro più il 4% dell’importo che si sarebbe dovuto pagare con la carta.

Ma ciò non sta avvenendo ovunque e la giornalista Selvaggia Lucarelli sta svolgendo un lavoro di denuncia continuo. Ogni giorno dai propri profili social pubblica le segnalazioni che giungono da tutta Italia (soprattutto dai luoghi di vacanza) di negozi che accettano solo contanti.

“Accettiamo solo contanti”: la denuncia sui social

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Dissapore.com riporta che c’è stata anche una segnalazione che riguarda L’Antica pizzeria da Michele, una delle più rinomate di Napoli in tutto il mondo.

Nella famosa pizzeria è stato fotografato un cartello con la scritta in italiano e inglese “solo contanti“. Chi però è andato più a fondo è la testata di food Luciano Pignataro che ha telefonato alla pizzeria.

SELVAGGIA LUCARELLI CONTRO PIZZERIA
foto Bonifico Bancario

“Vi pare che avremmo sfidato così apertamente la legge propri noi che siamo così conosciuti in città e nel mondo?”, dice il titolare Alessandro Condurro, ricordando che non avere il Pos non significa evadere il fisco.

Pagare in contanti è consentito perché in cambio i commercianti onesti rilasciano lo scontrino. Ciò che è cambiato dal 30 giungo è che se il cliente vuole pagare con la carta, non può accettare il rifiuto.

Condurro ha proseguito dicendo che il Pos c’è ma che per diei giorni non c’è stata la linea per via del passaggio alla fibra. Stessa spiegazione data sulla pagina Facebook dove si annuncia la riapertura dell’attività il 17, dopo la pausa di Ferragosto. “Tutto documentabile ovviamente”, conclude.

Non avere la linea e dunque non poter accettare i pagamenti con la carta è una delle eccezioni previste dalla legge. Stesso discorso quando il dispositivo è guasto. Tutto deve essere dimostrabile e in caso di rottura del Pos, bisogna rimediare il prima possibile.

La pizzeria assume l’ex personale della multinazionale

L’Antica pizzeria da Michele in questi giorni ha fatto parlare di sé anche per un altro motivo. È una buona notizia e non ci sono polemiche in questo caso.

Con la chiusura della multinazionale Domino’s, nota per le sue ricette alternativa di pizza (ad esempio con l’ananas che in Italia non ha avuto per nulla fortuna), l’attività napoletana che ha punti vendita in tutto il mondo, si è proposta di assumere il personale rimasto senza lavoro, indicando dove inviare la propria candidatura.