Facebook, Instagram e TikTok ti spiano e tu forse non lo sai nemmeno

Facebook, Instagram e TikTok traccerebbero tutte le attività dei propri utenti quando digitano le informazioni

FACEBOOK INSTAGRAM TIKTOK
Pixabay

Da quando le app hanno invaso (e condizionato) le nostre vite, abbiamo sempre avuto il sospetto che dietro i servizi essenziali che forniscono gratis, c’è qualcosa non molto chiaro.

Si è sempre detto che i guadagni, oltre che con la pubblicità, queste aziende li ottengono dalle informazioni che diamo e che vengono rivendute per indagini di mercato.

Le app più note e diffuse, Facebook, Instagram e TikTok per iPhone potrebbero tracciare tutto ciò che gli utenti digitano nei loro browser in-app. Questa volta però non è una voce che circola tra gli utenti ma un allarme lanciato dal ricercatore di sicurezza Felix Krause. Otterrebbero facilmente anche i dati sulle carte di credito e le password.

Facebook, Instagram e TikTok ti spiano: le accuse

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Le tre famose piattaforme social si sono però difese ovviamente negando che tutto ciò avvenga. Secondo l’indagine di Krause le app mettono a rischio la privacy degli utenti.

Lo studio di Krause ha mosso i primi passi dopo che TikTok è stata accusata di violare la privacy. L’indagine ha spiegato come l’app di proprietà cinese faccia a spiare chi la utilizza, registrando qualsiasi cosa.

Hanno spiegato che TikTok registri qualunque cosa. Installare l’app è come installare un vero e proprio keylogger (uno strumento che può intercettare e catturare tutto ciò che viene digitato. Meta e TikTok si difendono ma da Apple non è arrivata ancora nessuna spiegazione.

Le app inietterebbero un codice JavaScript nei siti web esterni caricati nei loro browser in-app e così le app possono tracciare l’attività degli utenti.

Per fare un esempio pratico, se un utente Instagram dal proprio iPhone si collega a un sito internet, questo si aprirà all’interno del browser in-app e non viene reindirizzato sul motore di ricerca Safari. Anche se fa un acquisto i dati utili per l’perazione come la carta di credito possono essere tracciati.

La preoccupazione principale sarebbe che mentre i browser in-app di Facebook e Instagram registrerebbero quindi quello su cui si clicca, per TikTok le cose sarebbero diverse, ben più invasiva.

TikTok raccogliere addirittura gli “identificatori biomedici e le impronte vocali“, secondo quanto scritto da Carr in una lettera aperta.

Come difendersi

A giugno Brendan Carr, il commissario della Federal Communications Commission, ha invitato i big della tecnologia Apple e Google a rimuovere l’app dai loro app store definendolo un sofisticato strumento di sorveglianza che raccoglie dati sensibili.

Per evitare potenziali tracciamenti, un consiglio del ricercatore è che gli utenti dovrebbero aprire i collegamenti ai siti internet al di fuori delle app.