Bollo auto, come sapere se hai vecchi arretrati in sospeso

Bisognerebbe sempre stare molto attenti alle scadenze che riguardano il proprio veicolo. Vediamo, però, come verificare di essere in regola.

bollo auto arretrati
(Pexels)

Nella nostra quotidianità, come sappiamo, ci sono delle scadenze importanti da tenere presente. In effetti, è assolutamente necessario ricordarsele, perché, in taluni casi, ci potrebbe essere anche il rischio che questa dimenticanza comporti un esborso di denaro.

Così, giorno dopo giorno, facciamo i conti, per l’appunto, con svariati impegni, sia che si tratti dell’attività lavorativa sia di altri ambiti. Ebbene, a voler guardare, i possessori di un’automobile hanno necessariamente diverse cose da pensare.

Sì, perché un veicolo è decisamente qualcosa di molto comodo, ci permette di spostarci velocemente, in autonomia e senza doversi attenere per forza a degli orari specifici come accade per coloro che prendono i mezzi pubblici.

Insomma, una macchina, da che mondo e mondo, è sempre stata sinonimo di libertà, anche se, è bene stare sempre molto attenti, guidare con prudenza e nondimeno rammentare di effettuare la revisione e di pagare la polizza RCA e il Bollo auto.

Se proprio non disponete di una memoria da elefante, vi conviene assolutamente tenere in agenda almeno le deadline fondamentali. Così, nelle prossime righe, per i più smemorati, cerchiamo farvi capire come sapere se, in effetti, si ha, per esempio, dei precedenti Bollo auto non pagati.

Certo, vi auguriamo che non sia così, ma vediamo come acclarare il tutto se, per caso, non si è sicuri di aver effettuato i pagamenti passati. Anzitutto, ricordiamo che ci stiamo riferendo alla tassa di possesso di un veicolo che, come da prassi, si versa alla Regione di residenza.

Tre modi per accertarsi dei versamenti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Naturalmente, dimenticarsi di una scadenza in tal senso fa di sicuro male al vostro portafoglio, dato che, se ci fosse questa eventualità, sono previste delle sanzioni non da poco.

Così, la pena pecuniaria è di certo più bassa se non si superano i 14 giorni dal ritardo e si andrà a pagare una somma pari allo 0,1% dell’importo stabilito originariamente. Ma, quindi, aumenta considerevolmente, cioè di una percentuale del 30 per cento, se si aspetta oltre un anno dalla scadenza.

Vediamo, però, come da titolo, di riportare l’iter che vi permetterà di controllare se avete fatto tutti i versamenti richiesti.

In primis, è necessario iscriversi al sito ufficiale di Agenzia delle Entrate, nell’eventualità, però, che risiediate in una delle Regioni d’Italia specifiche in cui è proprio questo ente a occuparsi di tale pratica.

Nel caso, viceversa, non abitiate nelle zone prescelte, allora, potrete optare se recarvi di persona agli uffici ACI, andare sul sito www.aci.it nella sezione Bollo auto ovvero chiedere aiuto a un’agenzia di pratiche automobilistiche.