Piano cottura al risparmio: la soluzione migliore

Qual è il piano cottura che può far risparmiarci tempo e denaro? La soluzione proposta per eliminare gli sprechi

Foto web

In questi mesi di crisi energetica abbiamo sentito varie proposte per risparmiare. Il gas e la luce sono i nostri tarli, abbiamo paura delle bollette che arriveranno. Lo sanno bene gli utenti che invece l’hanno già ricevute.

In modo particolare le attività economiche o industriali. Bollette aumentate moltissimo a paragono con lo stesso periodo dello scorso anno. Un esempio è il bar di Civitanova Marche che è passato da un consumo di corrente elettrica da 100 a 500 euro al giorno.

E chi non ha sentito parlare di cottura passiva? Spegnare l’acqua della pentola appena abbiamo messo la pasta e farla cuocere da sola. Insomma, tutti cercano una soluzione per non spendere troppo e per non consumare energia inutile.

Piano cottura al risparmio: tre motivi per scegliere quello indicato

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ma oltre al modo praticato, la scelta ricade anche sugli elettrodomestici in sé. È noto che se compriamo una apparecchio con classe energetica alta, ad esempio la A+++, spendiamo di più al momento dell’acquisto ma risparmieremo a lungo andare con il consumo.

Sul web non mancano consigli su cosa comprare. La pagina YouTube Fabel Casa dà delle dritte su quale piano cottura scegliere. La prima scelta ricade sul piano cottura a induzione. Innanzitutto perché ha una grande efficienza con il calore generato direttamente sul fondo della pentola, senza dispersione. In questo modo si evitano gli sprechi. Pensiamo alla fiamma invece, basta avvicinare la mano alla pentola e sentiamo in calore: ciò significa che non è concentrato solo sul fondo della pentola.

Il secondo beneficio dell’induzione è che è più rapido proprio perché scaldando direttamente il fondo delle pentola, riducendo dunque i tempi di cottura.

Infine, è più facile fa pulire perché il piano cottura resta freddo e dunque se qualcosa fuoriesce dalla pentola, non c’è la possibilità che si bruci o cristallizzi. Dunque si perdere meno tempo a pulire, basterà al massimo passare un panno anche asciutto, risparmiando acqua e detergente.