Chi vive qui non pagherà le bollette di dicembre

Si tratta di una proposta assolutamente interessante che, però, al momento, è ancora al vaglio della Commissione europea.

bollette dicembre
(Facebook)

Si sta parlando davvero molto, in questo ultimo periodo, del problema del caro bollette che sta inevitabilmente attanagliando le famiglie italiane.

Con il sopraggiungere, poi, dei mesi più freddi, non sarà cosa semplice, soprattutto per coloro che non dispongono di un reddito stellare, gestire le spese alte anche in tal senso.

Proprio per questa ragione, quindi, molti si stanno scervellando per cercare di trovare un modo per spendere meno e abbassare i consumi quotidiani. Ma si sa, in ogni abitazione, ormai, si ha bisogno di svariati elettrodomestici.

E, naturalmente, ci sono quelli che necessariamente ci danno una grande mano nelle faccende domestiche, ma che, purtroppo, non sono nostri amici in fatto di prezzi. Per esempio, anche solo la lavatrice e la lavastoviglie, se non utilizzate in maniera oculata, possono veramente affievolirci il conto in Banca.

A tal proposito, Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia e futura premier, di recente ha parlato chiaro, ponendo l’attenzione su una delle urgenze del Bel Paese che, per l’appunto, si tratta dell’energia e dei relativi costi.

Insomma, vedremo se, a breve, si raggiungerà una soluzione a beneficio di chi è già spaventato da questo quadro alquanto preoccupante.

Intanto, però, spostandoci sul versante tedesco, pare proprio che in Germania si faccia sul serio, dato che, per venire in aiuto alla popolazione, il Governo ha addirittura messo sul tavolo ben 200 miliardi di euro.

La proposta di Berlino

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Lo Stato, quindi, si è offerto di pagare le bollette del prossimo dicembre al posto dei nuclei familiari e delle piccole e medie imprese che risiedono nei suoi confini. Ma non è finita qui, perché da marzo ad aprile 2024 ci sarà un altro buon contributo.

In particolare, i fondi di Berlino potranno essere impiegati proprio a favore delle centrali elettriche con lo scopo di un conseguente abbassamento dei prezzi.

C’è da aggiungere, però, che la Commissione europea dovrà prima esaminare questa proposta, e, per l’appunto, la portavoce della Commissione per la Concorrenza Arianna Podestà ha sottolineato che bisognerà, per forza di cose, valutare nel dettaglio quanto è stato deciso dalla Germania.

Al momento, però, sembra che ci sia qualcuno che sarebbe pronto ad andare in questa direzione. Ci stiamo riferendo, quindi, all’Antitrust UE che sembra voglia incrementare la soglia che viene concessa proprio ai governi che desiderano effettuare degli aiuti importanti.