Governo Meloni: tetto pagamento in contanti, cosa cambia

Governo Meloni tra le varie riforme che apporterà ci sarà quella del limite ai pagamenti senza usare carte o bonifici

Instagram

Dal prossimo 1 gennaio il limite per l’utilizzo dei contanti si abbasserà. Attualmente è posto a 2mila euro (1.999,99 per la precisione) e con il nuovo anno sarà di 999,99 euro. Ciò avverrà se entro la fine del 2022 il nuovo governo non prenderà un’altra decisione.

L’uso dei contanti negli ultimi mesi è stato un argomento molto chiacchierato. Dal 30 giugno scorso, infatti, commercianti e professionisti (quindi chi vede beni e servizi) sono obbligati ad accettare i pagamenti con il Pos se il cliente lo preferisce. Dunque se mentre oltre i 2mila euro è obbligatorio usare la carta fare un bonifico, anche al di sotto, il venditore non può opporsi se chi deve pagare vuole farlo senza contanti.

In caso contrario ecco pronta una sanzione suddivisa in due quote: una fissa di 30 euro e un’altra pari al 4% del prezzo rifiutato.

In Italia i numeri dicono che siamo ancora indietro per quanto riguarda l’uso della moneta digitale, anche se i dati stanno cambiando. Sempre più italiani fanno acquisti con la carta, anche a causa del Covid che ha limitati i contatti e dunque il passaggio delle banconote e delle monete.

Governo Meloni: tetto pagamento in contanti: il programma elettorale

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Cosa farà il nuovo governo? Ovviamente attualmente in carica c’è ancora Mario Draghi e Giorgia Meloni sarà la premier incaricata di ottenere la fiducia del Parlamento, ma è ormai designata. Quindi ci basiamo su quanto ha detto il suo partito, Fratelli d’Italia, durante la campagna elettorale.

Nel programma la coalizione di centrodestra aveva indicato la volontà di alzare il limite di utilizzo dei contanti fino alla media europea. Sono dodici i paesi comunitari che hanno adottato limite all’uso dei contanti (altri non ce l’hanno) e considerando questi la media è di 4.750 euro.

I partiti di maggioranza sembrano orientarsi sulla soglia di 3mila euro. Si tratterebbe comunque nell’ennesimo cambiamento. Nel corso degli anni, infatti, il limite è cambiato varie volte.

Fino al 2010 il tetto era molto alto, fino a ben 12.500 euro. Una soglia elevata che dava molte possibilità di evadere il Fisco. Dopo vari cambiamenti, come detto, si è arrivati ai 2mila euro di oggi. Meno contante circola è meno possibilità di evadere il Fisco c’è. Inoltre si potrebbe fermare anche un altro fenomeno delinquenziale, il riciclaggio.