Bonifico al nipote come regalo di Natale: si può fare

Forse, in questo momento, vi state chiedendo se è possibile effettuare un versamento di un certo tipo in maniera legale.

bonifico nipote
(Adobe)

Naturalmente, il denaro che, in genere, riceviamo o elargiamo sotto forma di bonifico bancario o postale, dir si voglia, è assolutamente tracciato.

Proprio per questo motivo, da un po’ di tempo in qua, il Governo ha deciso di mettere dei paletti riguardo all’acquisto in contanti, stabilendo, per l’appunto, una certa soglia da rispettare.

Inoltre, con lo scopo di combattere più facilmente l’evasione fiscale e il riciclaggio, al momento, è possibile effettuare pagamenti con il POS anche per quanto riguarda importi esigui.

E, in effetti, i commercianti sono ormai obbligati per legge a consentire all’avventore di turno a preferire questa forma di pagamento.

Comunque sia, il bonifico è sicuramente uno strumento molto utile e veloce per fare o ricevere dei versamenti, soprattutto quando la cifra comincia a essere abbastanza consistente.

Questo è il caso, per esempio, del ricevimento dello stipendio oppure l’acquisto di qualche oggetto o apparecchiatura o un servizio che richiede un costo piuttosto elevato.

Non sempre, a onor del vero, è cosa necessaria compilare anche la parte della causale quando si sta facendo un bonifico a beneficio di qualcuno.

Tuttavia, forse, la vostra idea è quella di regalare del denaro a un familiare, magari per una ricorrenza speciale, come potrebbe essere per esempio, un compleanno o magari una festa che presuppone dei doni agli amici o alle persone care.

Il versamento con causale

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ebbene, anche in tale frangente, però, bisogna assicurarsi che questa operazione non faccia storcere il naso al Fisco o comunque che non crei inutili fraintendimenti.

Sì, perchè, nel caso non si specifichi nel modo più preciso possibile la provenienza del denaro ricevuto, l’Agenzia delle Entrate potrebbe pensare che quella somma provenga da un’attività lucrativa.

A quel punto, quindi, quel guadagno dovrebbe essere incluso nella dichiarazione dei redditi ed essere di conseguenza tassato.

Un modo assolutamente indispensabile per fugare almeno qualche dubbio, dunque, deve essere quello di compilare lo casella della causale prima di concludere la procedura.

A tal proposito, se prossimamente, magari, sotto Natale, vorrete fare un bel presente di tipo pecuniario al vostro nipote preferito, allora, fareste davvero bene a specificare che si tratta, per esempio, di un regalo o di una donazione.