66 auto, ma viveva col Reddito di Cittadinanza: beccato

Una situazione che ha decisamente fatto scalpore quella di un uomo che percepiva il famoso sostegno economico.

auto reddito di cittadinanza
(Screenshot video)

Il chiacchieratissimo Reddito di Cittadinanza, come ricordiamo, è stato istituito qualche anno fa, per la precisione nel 2019, quando ancora peraltro non si era scatenata la pandemia, causata da Covid-19.

Anche in quel periodo, infatti, la crisi economica continuava a essere piuttosto profonda, e, per questo motivo, Movimento 5 Stelle aveva pensato di elargire tale sostegno con lo scopo di un inserimento nel mondo del lavoro per svariati cittadini svantaggiati.

Tuttavia, al momento, con il nuovo Governo, capitanato da Giorgia Meloni, le cose potrebbero cambiare. In effetti, la leader di Fratelli d’Italia, anche durante la recente campagna elettorale, non ha mai nascosto il desiderio di modificare questa misura.

Così, stando ad alcune fonti, pare che prossimamente il sostegno economico in questione potrebbe essere sostituito da un diverso strumento di welfare, consegnato soltanto a quelle che vengono definite come le categorie più fragili.

Ciò sta a significare che tutti coloro che non avranno certi altri requisiti e che per ora lo stanno percependo, potrebbero, per l’appunto, perderlo.

Comunque sia, proprio nelle ultime ore, si è verificato un episodio che ha lasciato piuttosto basiti e che riguarda giustappunto un uomo che attualmente riceveva il Reddito di Cittadinanza.

I dettagli della vicenda

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ci stiamo riferendo, nella fattispecie, a un anziano di circa sessant’anni d’età che risiede a San Martino Valle Caudina, una località in provincia di Avellino, in Campania.

A quanto pare, qiundi, in questi giorni, la Polizia municipale del suddetto luogo avrebbe effettuato un controllo su di un veicolo di una persona con precedenti. Il pluripregiudicato napoletano, perciò, nel corso degli anni, avrebbe continuato a prendere il RdC.

Anche se, in effetti, alla fine, è risultato essere proprietario di numerosi veicoli, sessantasei per la precisione, sia automobili che moto. Stando a quanto è stato riportato, però, l’anziano in precedenza aveva dichiarato un Isee pari a zero.

Probabilmente, perciò, con lo scopo di accaparrarsi comunque il Reddito di Cittadinanza o altri benefici. Come si accennava, quindi, gli agenti, guidati dal capitano Mauriello, hanno incastrato l’imbroglione grazie a delle attente verifiche incrociate in vari istituti di credito.

Così, è stato successivamente tacciato di truffa e naturalmente l’INPS provvederà nell’immediato a terminare l’erogazione del sussidio.