Evasione fiscale: Pfizer finisce nei guai in Italia

Il colosso statunitense dei vaccini anticoronavirus covid-19 Pfizer rischia grosso, è accusata di Evasione fiscale. Tutti i dettagli

Evasione Fiscale Pfizer BonificoBancario.it 20221028
Evasione Fiscale Pfizer (Foto Pexels)

La multinazionale farmaceutica Pfizer, nota per la produzione dei vaccini anti-coronavirus covid-19, ma anche per prodotti di uso molto comune come Polase, Benagol e Nurofen, è finita pesantemente nel mirino della Guardia di Finanza e dell’Agenzia per le Entrate. L’azienda, fondata nel 1849 a Brooklyn, dove ha ancora sede, da Charles Pfizer e diretta da Albert Boule è accusata di evasione fiscale.

I dati sono incredibili, si parla di oltre trecento milioni di euro, 312 per la precisione, una cifra consistente tanto per le casse dell’azienda quotata alla Borsa di New York quanto ovviamente per l’Erario italiano. Parliamo nel dettaglio di un mancato incasso che rappresenta lo 0,20% dell’intero ammontare dell’evasione complessiva del Nostro Paese. Vediamo i dettagli.

Pfizer nei guai per evasione fiscale: ecco cosa rischia

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Partiamo dalla fonte primaria della notizia, si tratta della popolare media factory statunitense Bloomberg, la quale è venuta in possesso dell’informativa interna con la quale veniva avviata l’indagine.

L’indagine, va detto subito a chiare lettere, non riguarda la gestione dei vaccini ed il periodo della pandemia da coronavirus covid-19 ma è antecedente e nello specifico riguarda il periodo 2017-2019.

Le accuse, piuttosto circostanziata, riguardano la distribuzione degli utili di Borsa ai soci italiani, utili che, non sarebbero stati distribuiti, al fine appunto, di evadere il fisco italiano. Sempre secondo quanto riferisce Bloomberg i profitti in questione, 1.2 miliardi di euro,  sono riferiti a due aziende del Gruppo Pfizer, la Pfizer Manifacturing e la Pfizer Production.

La tassazione per questo tipo di guadagni è molto alta, circa il 26% ed evitando di distribuire i profitti, forniti con un altro meccanismo, per lo più premi aziendali e stock options, di fatto si sarebbe eluso il fisco italiano.

Alla Pfizer al momento non sarebbe stato notificato alcun atto. La stessa Pfizer, ricordiamo è invece ufficialmente sotto indagine da parte della Procura dell’Unione Europea per vicende relative alla trattativa tra il colosso farmaceutico e la UE per l’acquisto centralizzato avvenuto ad aprile 2021 di 1.8 miliardi di dosi del noto vaccino