Multe addio: i trucchi per evitarle quando sei alla guida

Le multe si possono evitare: anche gli automobilisti più distratti possono stare tranquilli ed essere avvisati

Adobe

A nessun automobilista piace prendere una multa ma prima o poi succede quasi a tutti per diversi motivi. A volte “capitano”, ossia si infrange una regola del Codice della Strada senza neanche saperlo, come ad esempio lasciare l’auto in sosta vietata per distrazione. Ovviamente non ci sono scusanti, l’errore c’è e la multa va pagata.

Tra le infrazioni più comuni ci sono quelle che riguardano il superamento del limite di velocità. Ci sono però dei trucchi per evitare che ciò possa succedere.  

Le multe per questo tipo di infrazione possono essere verbalizzate sia in tempo reale (dunque quando una pattuglia ferma l’automobilista indisciplinato) o tramite l’autovelox, il dispositivo che fotografa l’auto quando transita oltre il limite.

Questi sono posizionati in zone strategiche proprio per far cadere in errore l’automobilista. Ovviamente la segnalazione del limite c’è ma per lo più sono strade poco trafficate dov’è facile accelerare di più.

Multe, come fare a non beccarle: gli strumenti adatti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

È possibile evitare di cadere nelle trappole degli autovelox. Non tutti sono a conoscenza del fatto che nelle auto di ultima generazione e sugli smartphone grazie a dei dispositivi è possibile conoscere in anticipo dove sono stati piazzati.

Molti infatti moderano la velocità solo dopo la segnalazione dei cartelli, quando sono nei pressi dei dispositivi. In questo modo invece è possibile correggersi già tempo prima.

Sono dispositivi che vengono attivati e suonano in presenza di autovelox. Quando non conosciamo la strada, per raggiunge la destinazione attiviamo il navigatore di Google Maps. Possiamo farlo anche quando il percorso è noto poiché è uno degli strumenti che ci segnala la presenza degli autovelox. Un’altra app che si può usare è Waze. In ogni caso, comunque, basta semplicemente rispettare i limiti che danno i cartelli, innanzitutto per una sicurezza nostra e dopo per evitare la multa.