Vi ricordate quando la pizza margherita costava 2.500 lire?

La pizza margherita si pagava davvero poco rispetto ad oggi: quando il prezzo del cibo italiano più famoso al mondo era così basso

Pexels

Mangiare una pizza in compagnia è un evento al quale almeno una volta nella vita abbiamo fatto tutti (soprattutto noi italiani) e che facciamo con piacere. Oggi però c’è un problema. La classica uscita fuori, anche per una sola sera a settimana, può diventare un evento al quale rinunciare.

In tempi di crisi inflazionistica con i beni di prima necessità che costano di più, se dobbiamo rinunciare a qualche qualcosa sicuramente c’è la serata tra amici: meglio mangiare in casa – si pensa – che spendere per una cena.

Grano e dunque farina, ma anche elettricità e il trasporto per le forniture costano di più e anche una semplice margherita ha subito un pesante rincaro. Nei primi anni dell’euro in vigore, la pizza più famosa al mondo costava tra i 2 e i 4 euro. Oggi in alcuni locali non bastano 6 euro.

Pizza margherita a 2.500 lire: quando aveva questo costo

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

La pagina Facebook Nostalgia 90 ha fatto fare un salto all’indietro nel tempo ai propri follower. Ha pubblicato il listino di una pizzeria napoletana dove la marinara, la più economica, costava 2.000 lire e la margherita 2.500 lire, che con la moneta unica sarebbe poco più di 1 euro.

Parliamo però del periodo a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Anche se la lira oggi fosse ancora nelle nostre tasche, il prezzo non sarebbe stato quello ovviamente. L’inflazione è nella natura dell’economica ma è innegabile che con l’euro – già al tempo del cambio nel 2002 quando in molti ne approfittarono e i prezzi aumentarono –  il potere d’acquisto è calato moltissimo.

Allora c’era un altro prodotto che si comprava di più rispetto ad oggi: il quotidiano. Ma quanto costava? Ovviamente anche la carta stampate con il tempo ha subito il rincaro. Nel 2001, l’ultimo anno della lira, costava circa 1.500 (non avevano tutti lo stesso prezzo), oggi invece 1,50, che sarebbero circa 3.000 lire.

Insomma, se negli anni ’90 si voleva passare una serata tra amici, si poteva uscire di casa anche con 20.000 lire in tasca, solo per stare tranquilli e avere più soldi rispetto a quello che probabilmente si sarebbe speso.