Bonus Spesa: decine di furbetti finiscono nei guai

Più di 150 persone sono state multate per aver percepito indebitamente il bonus spesa, dichiarando di trovarsi in condizioni di indigenza.

Truffa bonus spesa Foggia multe 150 persone
(Pexels)

A Lucera, in provincia di Foggia, la guardia di finanza ha sanzionato 152 persone per aver richiesto e percepito in maniera indebita il bonus spesa. Tale indennizzo, dedicato alle famiglie che si trovano in condizioni di indigenza (tanto da non poter acquistare nemmeno beni alimentari), ha un valore variabile che va dai 130 ai 530 euro. Il bonus è conferito in base alla composizione del nucleo familiare e solo nei casi in cui non ci siano conviventi con possibilità economiche.

A Lucera, tuttavia, più di 150 persone hanno beneficiato del bonus spesa in maniera indebita. Alcuni mentre continuavano a percepire il loro stipendio anche durante il lockdown e il periodo di crisi dovuto al Covid, essendo dipendenti pubblici o pensionati. Altri pur possedendo addirittura numerosi terreni e beni immobili, altri ancora pur convivendo con familiari con possibilità economiche.

I furbetti del bonus spesa sanzionati per 50mila euro

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

In altri casi, invece, alcuni nuclei familiari hanno ricevuto l’indennità COVID-19 prevista per i lavoratori del settore agricolo o per gli autonomi. Oppure l’indennità di disoccupazione o altre forme assistenziali previste in caso di sospensione della propria attività lavorativa. In seguito alle indagini della guardia di finanza, tutti coloro che hanno ricevuto supporto economico dallo Stato in maniera truffaldina hanno ricevuto sanzioni amministrative.

Oltre a sanzioni amministrative per più di 50mila euro rivolte a tutte le 152 persone risultate colpevoli di aver truffato lo Stato, il comune di Troia ha anche avviato alcune procedure di recupero dei benefici economici fruiti indebitamente.

Quello avvenuto a Lucera è solo uno dei numerosi casi di truffa ai danni dello Stato scoperto dalle autorità. Alcuni esempi sono i circa 6 miliardi di euro sottratti indebitamente tramite il superbonus 110%, oppure quelli “rubati” tramite richieste illecite di reddito di cittadinanza. Anche nell’ambito dei bonus affitti le cose non sono migliori: è recente il caso di una truffa da più di 23 milioni di euro scoperta dalla guardia di finanza tra Caserta e Napoli.