Borse di studio INPS fino a 1.300 euro: è arrivato il momento

Finalmente online le graduatorie per l’assegnazione di borse di studio da 750 a 1.300 euro per gli studenti: a stanziarle è l’INPS.

Graduatoria borse di studio INPS figli orfani
(Adobe)

L’INPS ha da poco pubblicato online le graduatorie riguardanti l’assegnazione di borse di studio per studenti di scuola secondaria di primo e secondo grado e relative all’anno scolastico 2021-2022. Si tratta di incentivi che vanno dai 750 ai 1.300 euro, destinati ai figli orfani o equiparati tali di genitori deceduti afferenti ad alcune categorie lavorative.

In particolare il contributo scolastico è destinato ai figli di iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali; pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici; iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale; dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA e dipendenti ex IPOST, nonché di pensionati già dipendenti del Gruppo Poste Italiane SpA e già dipendenti ex IPOST.

Migliaia di borse di studio stanziate dall’INPS

Le borse di studio, del valore di 750, 800 o 1.300 euro, saranno suddivise in base all’anno scolastico di studenti e studentesse e secondo i fondi messi a disposizione dell’ente di previdenza sociale. In particolare saranno stanziate:

  • 1.100 borse di studio del valore di 750 euro per l’ultimo anno di scuola media, gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.
  • 800 borse del valore di 750 euro per l’ultimo anno di scuola media, gestione di assistenza magistrale.
  • 3.600 borse del valore di 800 euro per i primi quattro anni delle scuole superiori, o corsi di formazione professionale di durata non inferiore a 6 mesi. Ciò per la sezione gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali.
  • 1.800 borse del valore di 800 euro destinate alle categorie sopra citate, per la sezione gestione di assistenza magistrale.
  • 1.700 borse del valore di 1.300 euro per l’ultimo anno di scuola secondaria di secondo grado.
  • 700 borse da 1.300 euro per l’ultimo anno di scuola superiore per la gestione assistenza magistrale.
  • 100 borse di studio del valore di 1.300 euro destinate all’ultimo anno di scuola superiore, per la gestione ex-Ipost.

LEGGI ANCHE -> Finalmente una buona notizia per l’economia nella Zona Euro

LEGGI ANCHE -> Petrolchimico di Priolo: la storia e le polemiche sulla fabbrica

In tal modo gli studenti potranno beneficiare di un incentivo economico nello svolgimento del proprio percorso scolastico. Nel caso dell’ultimo anno di scuola secondaria di primo e secondo grado, inoltre, tale incentivo potrà sfruttarsi anche per il conseguimento del titolo di studio o professionale.