Multe e punti: come cambia il Codice della Strada nel 2023

Multe e punti, nuovo Codice della Strada: su cosa sta lavorando il governo per cercare di ridurre gli incidenti

Adobe – Bonificobancario.it

In arrivo un nuovo Codice della Strada con regole più stringenti nei confronti degli automobilisti indisciplinati. Sono due i punti principali che riguardano le modifiche. Si va dalle multe in base al reddito e nuove regole per la revoca delle patente. Previste anche le targhe per i monopattini elettrici.

La novità più importante riguarda forse la regola delle sanzioni, commisurate alla forze economica del multato come da anni avviene in Svizzera, Gran Bretagna e Finlandia. In pratica, se la multa la riceve un automobilista in possesso di un Mercedes di lusso non può essere multato come chi ha un’utilitaria.

Multe e punti per la patente: le novità in arrivo

Mercoledì 21 dicembre è in programma un incontro tra funzionati del Ministero dei Trasporti e dell’Interno. Dati alla mani si studierà quali devono essere le prossime strategie per cercare di ridurre i danni che purtroppo ogni giorni ci sono nelle strade pubbliche con morti e feriti, soprattutto nei weekend.

LEGGI ANCHE: Cartelle esattoriali: la frenata del governo Meloni

Il rapporto Dekra prende in considerazioni i dati Istat dei primi sei mesi dell’anno: sono stati 81.437 gli incidenti stradali con lesioni a persone e ben 1.450 con vittime. Entrambi i dati sono in aumento rispetto allo stesso periodo del 2021: + 24,7% per quanto riguarda le lesioni e + 15,3% per le vittime. Numeri drammatici che spingono la Lega a vorrebbe introdurre a scuola iniziative di sensibilizzazioni per l’educazione stradale rivolte ai neopatentati.

Si pensa anche a una nuova regolamentazione al meccanismo dei punti della patente e non è escluso che si potrebbe eliminare dei tutto il sistema dei punti che si è rivelato poco efficiente. Oltre alla sospensione della patente, si potrebbe introdurre anche la revoca definitiva nei casi più gravi come la guida in stato di ebrezza o sotto stupefacenti.

Per quanto riguarda la multa in base al reddito, potrebbe essere introdotta solo per alcuni casi, ad esempio eccesso di velocità o comunque per le infrazioni che creano maggiore pericolo per sé e per gli altri conducenti.

LEGGI ANCHE: Case Green: arriva il bonus del Governo Meloni

Novità in vista anche per i monopattini che pullulano nelle grandi città da quando è scoppiata la pandemia, acquistati anche grazie ai bonus messi a disposizione dei governi. Li troviamo ovunque ma sono poco regolamentati e hanno causato anche incidenti. Si pensa quindi all’identificazione con la targa e l’obbligo del casco e altri dispositivi di sicurezza.