Vacanza di Capodanno: come scatta la truffa

Bisogna necessariamente stare molto attenti anche quando si tratta di organizzare solo una gita fuori porta.

vacanze capodanno truffa
(Adobe) – Bonificobancario.it

Probabilmente, in questo ultimo periodo, molte persone stanno cercando di organizzarsi per trascorrere dei momenti di relax durante le festività natalizie.

Certo, in questo momento storico difficoltoso, forse, non tutti riescono a permettersi vacanze extra lusso, anzi, al contrario, sarebbe già tanto che si possa mettere il muso fuori casa.

D’altra parte, lo sappiamo bene, i rincari su svariati prodotti e servizi hanno necessariamente rotto le uova nel paniere a tanti italiani, e anche ad altre popolazioni fuori dai confini nostrani.

Cosa fare dunque? Passare tutte le feste chiusi nelle proprie abitazioni o cercare, magari, qualche buona offerta? Beh, se propendete per questa seconda soluzione, però, dovreste davvero fare molta attenzione.

Sì, perché, purtroppo, anche in tale frangente non sempre tutto è oro ciò che luccica e le truffe potrebbero essere sempre in agguato. Insomma, fare attenzione quando soprattutto vi imbattete in quella che potrebbe sembra un’occasione imperdibile.

Non è di sicuro una verità assoluta, ma stando ad alcune fonti, pare proprio che gli hacker non stiano fermi nemmeno in queste situazioni. Insomma, i costi dei biglietti paiono saliti, ma, al contempo, persino i raggiri hanno subito un incremento.

I raggiri sul Web

Nel mese di dicembre, infatti, secondo quanto è stato riportato, il cosiddetto fenomeno del phishing sembra che sia aumentato quasi del 30 per cento.

Insomma, si evince che i cyber criminali, attualmente, facciano uso di piattaforme di travel per far credere agli ignari utenti che esistano delle offerte eccezionali.

Così, questi sfavillanti sconti non fanno che catapultare i malcapitati su alcuni siti esca che servono, per l’appunto, per prendere indebitamente i dati personali.

Di conseguenza, quindi, se date credito a questi inganni, potreste rimetterci un bel po’ di denaro.

Che dire, il miglior modo per non cascare in sciocchi tranelli, è proprio quello di sincerarvi che tutto sia in regola, non affidarvi a caso a chi vi chiede una caparra e fare gli appositi controlli.

LEGGI ANCHE –> Maxi Truffa del Bonus 110%: arriva la decisione attesa

LEGGI ANCHE –> “Tuo nipote sta male”. Scatta la truffa

A questo punto, vale sempre il detto “fidarsi bene e non fidarsi è meglio”. Allora, non fare la figura dei fessi e state il più possibile accorti!