Hai ancora 2 anni per richiedere il bonus elettrodomestici

Tra i tanti bonus messi a disposizione dei cittadini vi è anche il bonus elettrodomestici, che si potrà richiedere per altri due anni grazie a una proroga.

Proroga 2 anni bonus elettrodomestici come richiedere
(Adobe)

In tempo di crisi economica ed energetica i bonus erogati dallo Stato sono spesso un grande aiuto per le famiglie in difficoltà. Data l’inflazione che ha comportato un aumento generale del costo della vita, infatti, è sempre utile risparmiare un po’ di soldi a fine mese. Ad esempio sfruttando trucchi per risparmiare in casa o incentivi statali, regionali, comunali. Oppure messi a disposizione da parte di aziende e imprese private per lavoratori e privati cittadini.

Il bonus elettrodomestici è un esempio di ciò: si tratta di un indennizzo dedicato all’acquisto di elettrodomestici green a basso consumo energetico, per il quale è possibile chiedere una detrazione fiscale Irpef fino al 50% della spesa. Il tetto per il rimborso, suddiviso in rate mensili liquidate durante tutto il corso dell’anno, precedentemente era fissato a 10mila euro ma era prevista una diminuzione del tetto a 5mila euro per il 2023 e 2024. In seguito a una proroga approvata in commissione di bilancio, però, la cifra rimborsabile è tornata a salire fino a 8mila euro.

Bonus elettrodomestici: prodotti green rimborsati al 50% dallo Stato Italiano

La modalità di rimborso, stabilita dall’Agenzia delle Entrate, prevede 10 rate mensili di pari quota liquidate nel corso dell’anno. Non si tratta dunque di un contributo economico direttamente spendibile per l’acquisto degli elettrodomestici, ma un rimborso effettivo della metà della cifra spesa, comprese spese di trasporto e montaggio.

A beneficiare della detassazione saranno tutti coloro che acquisteranno i prodotti in questione entro il 31 dicembre 2024. Si tratta di mobili ed elettrodomestici di classe non inferiore alla A per i forni, alla E per le lavatrici, le lavasciugatrici e le lavastoviglie. E infine alla classe F per i frigoriferi e i congelatori.

LEGGI ANCHE -> Cashback PostePay: Poste Italiane ti dà tempo fino al 31 dicembre

LEGGI ANCHE -> Bonus Disoccupati 2023: ecco come fare richiesta

In seguito sarà necessario comunicare all’Enea i dati dell’acquirente e dell’abitazione ove verranno installati i nuovi elettrodomestici, il tutto entro 90 giorni dal collaudo e la messa in funzione dei suddetti. Per farlo basterà recarsi sul sito di Enea.