Cenone di San Silvestro: che salasso a Capodanno

Cenone di San Silvestro, secondo i dati si spenderà di più: come fare per risparmiare senza rinunciare alla qualità

Cenone capodanno
Pixabay – Bonificobancario.it

Come per il Natale, anche per Capodanno gli italiani preparando il cenone terranno d’occhio le proprie tasche, dissanguate dall’inflazione spinta dal caro energetico.

Secondo un’indagine effettuata dall’Osservatorio Nazionale Federconsumatori circa il 16% dei cittadini vuole passare la festività del primo giorno dell’anno lontano dalla propria città di residenza. Pochi però andranno all’estero e molto saranno ospiti di amici e familiari.

C’è comunque la tendenza a passare il Capodanno fuori rispetto ai giorni del 24 e 25 dicembre. L’organizzazione ha monitorato che i costi delle famiglie per Natale e Capodanno saranno gli stessi, senza particolari eccessi.

Cenone di San Silvestro, i numeri dell’ONF

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha calcolato che la spesa sarà di circa 40 euro a persona. Nonostante la crisi, viene registrato un incremento del +13,2%. Per il menu low la quota è di circa 21 euro a persona. In questo caso c’è quasi il 50% in meno rispetto al menu classico.

LEGGI ANCHE: Last Minute e Green: cinque idee per Capodanno 2023

Per quanto riguarda Capodanno invece, il menu classico si attesta intorno ai 49 euro a persona (+9,6% rispetto al 2021). La possibilità più economica è invece inferiore al 40%: 29,88 euro a testa.

I maggiori aumenti sono sui prodotti di pesce e frutta secca. Per risparmiare in generale sul menù si consiglia di acquistare proprio la verdura (un modo per tenersi anche leggeri) e magari rivolgersi direttamente ai produttori, saltando l’intermediazione di altri venditori.

Ovviamente ciò non significa mettere in secondo piano la qualità. Occhio sempre alle etichette e alla provenienza. Oltre ai prodotti è fondamentale anche l’organizzazione in sé del cenone. Meglio scegliere un antipasto a piatto e non a buffet perché c’è il maggiore rischio di preparare cose che poi non saranno consumate.

LEGGI ANCHE: Reddito di Cittadinanza, puoi salvarlo sposandoti

Attenzione anche al condimento. Troppo sale, olio, aceto o altri tipi di salse danno prima senso di sazietà e dunque nessuno poi mangia altro. Infine, anche se può sembrare scortese, si può scegliere di organizzare una cena dove ognuno porta qualcosa. Un modo per non spendere troppo, gustare pietanze che solitamente non si mangiano ma senza rinunciare allo spirito di Natale e stare tutti insieme.