Morte Pelé: una ricca eredità lasciata dalla leggenda del calcio

Pelé a 82 anni ha finito di combattere la sua gara personale contro un male che lo affliggeva da molto tempo

Pelè
Foto Instagram – Bonificobancario.it

La prima vera stella del calcio. Pelè non è stato l’unico ha varcare con la sua fama i confini nazionali ma primeggia nei numeri. Secondo la Fifa ha segnato 1281 gol in 1363 partite disputate ed è stato eletto miglior calciatore del secolo. Il popolo del web, invece, scelse l’altro protagonista del Novecento, Maradona.

Ieri O Rei si è spento a 82 anni presso la clinica Einstein di San Paolo del Brasile. Da tempo combatteva contro un tumore al colon e nelle ultime settimane le sue condizioni si erano aggravate.

Pelé, a chi va la sua eredità

Classe 1940, quando ha vinto il primo mondiale nel 1958 in Svezia ancora non aveva compiuto 18 anni. Il bis quattro anni dopo il Cile, poi nel 1970 che noi italiani ricordiamo bene. Fu la prima finale azzurra ma davanti a quel gigante Riva, Rivera e compagni si inchinarono (4-1 il risultato finale) con un gol del brasiliano diventato iconico, dando l’impressione di restare sospeso in aria.

LEGGI ANCHE: Il conto in banca di Robert De Niro: quanti soldi ha l’attore?

La sua eredità è sportiva ma anche economica, in un tempo in cui con il calcio non si guadagnava quanto oggi. La divisione avverrà tra i sei figli, frutto di diversi matrimoni. Cristina, Jennifer Kelly e l’ex portiere Edinho, avuti con la prima moglie.

I gemelli Joshua e Celeste, invece, sono figli della seconda moglie, Seixas Lemos. E ancora, Flávia Christina Kurtz Nascimento è nata da una relazione extraconiugale con la giornalista Lenita Kurtz. Infine la settima figlia che purtroppo non c’è più, Sandra Arantes, morta prematuramente nel 2006.

Ma quanto ha guadagnato in tutta la sua vita? Secondo il sito specializzato Playersbio, da giocatore ben 15 milioni di dollari (considerando che si è ritirato nel 1977 a 37 anni, è una cifra enorme) di cui 6 dal Santos, squadra nella quale ha giocato per vent’anni. A fine carriera, poi, un’esperienza negli Stati Uniti con il Cosmos di New York. Pelè infatti è stato il primo a calcare i campi statunitensi dopo una straordinaria carriera come fanno in tanti oggi.

LEGGI ANCHE: Crisi economica: Adriano Celentano aveva capito tutto

Inoltre ci sarebbero circa 14 milioni derivanti da contratti di sponsorizzazione con marchi come Puma, Hublot e Volkswagen. E poi il film Fuga per la vittoria, biografie e documentari. Insomma, agli eredi non mancherà come vivere.