Carta Acquisti 2023: requisiti ISEE, bonus spesa e richieste

Si tratta di una novità della legge di Bilancio che è stata recentemente approvata dal Parlamento. Vediamone i particolari.

carta acquisti isee bonus
(Pixabay) – Bonificobancario.it

Come sappiamo, ultimamente, il governo Meloni ha definito tutti i punti della cosiddetta legge di Bilancio che, alla fine, è stata approvata in Senato.

Naturalmente, si tratta di una Manovra importante che contiene diverse tematiche essenziali per l’Italia. Tanti, infatti, gli argomenti che si sono anche rivelati di una certa urgenza.

Tra gli altri argomenti, quindi, è stato proposto anche il reddito alimentare, cioè un aiuto per tutti coloro che si trovano in pessime condizioni economiche e che peraltro fanno fatica anche ad affrontare le spese più quotidiane.

Insomma, un contributo proprio per chi disponde di un reddito molto basso e che può essere considerato maggiormente bisognoso. Ma non solo, a quanto pare, c’è anche un’altra novità che va nella medesima direzione.

Ci stiamo riferendo, per l’appunto, all’iniziativa che viene denominata Carta risparmio spesa, destinata, quindi, ai nuclei familiari che possiedono un Isee minore di 15 mila euro.

In pratica, dunque, si tratta di un blocco costituito da dei buoni spesa che possono essere usati all’interno di negozi di alimentari.

Gli altri dettagli

A tempo debito, si potrà richiedere al proprio Comune di residenza, ma, per ora, bisogna aspettare la pubblicazione del decreto attuativo, probabilmente entro il prossimo febbraio.

Comunque sia, come abbiamo già accennato poche righe fa, per ottenere la Carta risparmio spesa sarà assolutamente necessario avere un Isee in corso di validità e non superiore alla suddetta cifra.

Tuttavia, stando ad alcune fonti, è facile pensare che successivamente verranno introdotti anche altri requisiti, soprattutto relativi alla composizione della famiglia.

Da non escludere, peraltro, altre caratteristiche che potrebbero fare la differenza come, per l’esempio, l’età e la contemporanea ricezione di altri sussidi pecuniari. Sta di fatto che, per questo aiuto, pare proprio che l’attuale esecutivo abbia investito all’incirca 500 milioni di euro.

LEGGI ANCHE –> Bonus TARI per le famiglie in difficoltà: ecco dove

LEGGI ANCHE –> Incentivi Auto 2023: ecco che fine fanno i bonus più amati

Prima di conoscere altre informazioni che magari verranno rilasciate in seguito, come, per esempio, l’importo stesso, bisogna sottolineare che con la Carta risparmio spesa si potranno soltanto acquistare prodotti di prima necessità presso quegli esercizi commerciali che desiderano aderire al programma.