Funerali Ratzinger, truffa ai fedeli per l’ingresso in Basilica

Funerali Ratzinger, truffa per i posti a sedere: all’alba tante persone arrivate a San Pietro hanno fatto l’amara scoperta

Foto web – Bonificobancario.it

I truffatori ne hanno sempre un più del diavolo, anche quando si tratta di mura ecclesiastiche. Sono in corso i funerali del papa emerito Ratzinger Benedetto XVI e tantissimi cattolici fin dall’alba hanno affollato piazza San Pietro per partecipare al triste evento.

In molti, però, hanno avuto una brutta sorpresa. Si sono presentati all’ingresso (a destra con sguardo rivolto alla Basilica) per accedere ai posti a sedere a loro riservati grazie alla prenotazione online.

Funerali Ratzinger, truffa ai fedeli: non è prevista nessuna prenotazione

A quel punto, però, sono stati informati di essere stati truffati. Infatti non esiste alcun sistema di prenotazione online. I posti a sedere sono riservati a tutti, basta solo arrivare prima per trovarli liberi.

LEGGI ANCHE: Truffa dello Spid: attenzione al trucco che usano

Infatti già poche ore dopo la scomparsa del papa emerito, nel comunicare la data e l’organizzazione dei funerali, il Vaticano aveva fatto sapere che l’ingresso sarebbe stato gratuito. Sono stati gli stessi gendarmi che hanno spiegato ai fedeli di essere rimasti vittima di un raggiro.

In presenza di papa Francesco e celebrata dal cardinale Battista Re, la messa esequiale è iniziata alle 9.30 ma prima i posti a sedere erano esauriti già all’alba, quando Roma era ancora avvolta da una fitta nebbia. Sono almeno centomila le persone che hanno riempito la piazza.

Come abbiamo assistito negli ultimi 18 anni con i funerali del papa e il conclave, in piazza in questo momento si parlano tutte le lingue del mondo poiché i fedeli sono accorsi da molti Paesi. Particolarmente cospicua ovviamente la presenza di tedeschi.

LEGGI ANCHE: Proteggiamo i nostri anziani: nuovo allarme truffe

Uomini della Gendarmeria vaticana e le Guardie svizzere sono impegnatissimi per gestire l’afflusso. Oltre ai libretti della messa sono state distribuite copie dell‘Osservatore romano listato a lutto. Un lungo applauso ha accompagnato l’ingresso del feretro papale trasmesso dai maxi schermi collocati in piazza. Come in occasione del funerali di Giovanni Paolo II, molti gridano “Santo Subito”, parole riportate anche su alcuni striscioni. Si legge anche “Danke Benedikt”, Grazie Benedetto.