Viaggiare senza spendere un euro, cosa accade nel 2023 con i mezzi pubblici

Si tratta di una scelta che, in queste ultime ore, ha scatenato qualche polemica. Fatto sta che ai cittadini può sicuramente piacere.

viaggiare mezzi pubblici euro
Autobus (Facebook) – Bonificobancario.it

Molto spesso si è parlato di come sarebbe di certo più sostenibile che la maggior parte dei cittadini facesse uso mezzi pubblici piuttosto che la propria automobile.

Si tratta di un concetto che sicuramente non si può smentire e con il quale non si può fare altro che esserne d’accordo. D’altra parte, un autobus è in grado di trasportare diverse persone allo stesso tempo, riducendo quindi l’inquinamento.

Ma, d’altrao canto, utilizzare il proprio veicolo è un’abitudine e una comodità che tanti italiani fanno fatica a dimenticare. Per di più, ci sono persino dei piccoli centri urbani che non sono di sicuro caratterizzate da un buon servizio di mezzi pubblici.

Proprio per questo motivo, nelle suddette località, si rivela necessario possedere un veicolo personale.

C’è da dire inoltre che capita che ci siano anche degli antipatici aumenti dei prezzi dei biglietti, cosa che, in effetti, non fa altro che infastidire l’utente e fargli passare la voglia di spostarsi con il bus o, qualora ci fosse, con la metropolitana.

La decisione del sindaco di Bari

Comunque sia, di recente, in una certa zona d’Italia pare che potrebbe davvero convenire lasciare a casa l’auto. Ci stiamo riferendo, per l’appunto, a quanto ha affermato, in un post su Facebook, Antonio Decaro, nonché sindaco di Bari.

A quanto sembra, quindi, nel capoluogo pugliese sarà veramente vantaggioso scegliere il trasporto pubblico Amtab, dato che l’abbonamento annuale avrà un costo pari a soli 20 euro.

Insomma, una bella notizia per tutti coloro che, magari, un veicolo nemmeno ce l’hanno o che non hanno la possibilità di utilizzarlo, come per esempio i giovanissimi e gli anziani. Si tratta, peraltro, di uno sconto eccezionale, poichè, in precenza, il prezzo era di ben 250 euro.

Per di più, a voler guardare, la decisione di Bari rimane praticamente quasi una mosca bianca, perché in tante altre metropoli italiane, invece, il costo del biglietto dei mezzi pubblici potrebbe incrementare.

LEGGI ANCHE –> Conad Addio in città: chi ne paga le conseguenze?

LEGGI ANCHE –> Calza della Befana: vi spieghiamo come farla con pochi euro

Che dire, una scelta che, secondo qualche collega di Decaro, come per esempio il sindaco di Milano Beppe Sala, non è condivisa da tutti. Fatto sta che si ha come l’impressione che ai cittadini baresi non dispiacerà affatto.