Reddito di Cittadinanza contro Governo Meloni: arriva il bonus regionale

Reddito di Cittadinanza ma solo per i residenti di una regione: arriva la proposta in vista delle prossime elezioni

Reddito di Cittadinanza
Giorgia Meloni (foto Instagram)

Fratelli d’Italia, il maggiore partito italiano e che guida il governo, si è sempre dichiarato un nemico giurato del Reddito di Cittadinanza. Infatti nella Legge di Bilancio di quest’anno è prevista una drastica riduzione della misura.

Le mensilità passano a 7, cambiano le regole per chi rifiuta un’offerta di lavoro e nel 2024 ci sarà la totale abolizione. Ma c’è chi sfida il governo e propone il Reddito solo a livello regionale.

Reddito di Cittadinanza, qual è la proposta regionale

La proposta arriva da Donatella Bianchi, candidata alla presidenza del Lazio per il Movimento Cinque Stelle. C’è anche l’appoggio del Partito Democratico che si presenta alle elezioni di febbraio con Alessio D’Amato che in questi anni è stato assessore alla Sanità.

LEGGI ANCHE: Reddito di Cittadinanza via, così si rischia di perdere anche la casa

Bisogna sostenere chi non ha lavoro“. Così si è espressa la Bianchi all’evento di presentazione dei candidati parlando del Reddito di Cittadinanza. Ha affermato che quando sarà al governo della Regione, si metteranno in atto misure in tal senso.

Al momento però non ci sono dettagli. Non è chiaro dunque come sarà attuato in piano di sostegno, se è come il Reddito che abbiamo conosciuto fino ad oggi – che ha avuto certamente molte pecche –  o con modalità diverse.

Che il Partito Democratico sia d’accordo l’ha dichiarato la stessa candidata del Movimento, dicendo che c’è l’appoggio di D’Alessio. Questi, che alle elezioni è sostenuto dal Terzo polo composto da Azione di Carlo Calenda e da Italia Viva di Matteo Renzi, ha dichiarato che bisognerà istituire un fondo per aiutare i cittadini che resteranno senza Reddito di Cittadinanza a causa delle scelte del governo nazionale. Un’affermazione generica, senza scendere nei particolari delle cifre.

LEGGI ANCHE: Bonus assunzioni: buone notizie per imprenditori e futuri lavoratori

Stessa posizione? Tutto da vedere perché mentre la candidata del Movimento ha detto chiaramente che bisogna introdurre in regione il Reddito, D’Alessio ha parlato di fondo per chi non lavora. Negli corso degli ultimi anni sia il Pd che Calenda hanno comunque sempre avuto posizioni critiche verso il Reddito.