Vi siete mai chiesti quanto guadagni un politico in Italia? Svelate tutte le cifre

Quanto guadagna un politico in Italia? Le cifre possono variare in base agli incarichi. Si passa da somme esorbitanti a pochi spicci. Scopriamo tutti i dati

quanto guadagna politico
Parlamento italiano – Foto da GettyImages

Nell’agosto dell’anno scorso ha suscitato parecchia indignazione da parte dei cittadini la notizia che alcuni deputati e altri politici locali abbiano richiesto il bonus partita Iva destinato ai liberi professionisti in grave difficoltà economica dovuta all’emergenza Coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Cashback, alla fine è servito? I risultati sono sorprendenti

La situazione ha stuzzicato, inoltre, la curiosità di molti che si sono chiesti quanto guadagni generalmente un politico italiano tanto da avere bisogno di una simile sovvenzione. In realtà, non è semplicissimo rispodere a questa domanda. Le cifre variano in base all’incarico, al luogo geografico e ad altri fattori. Passiamo in rassegna in maniera generale.

Quanto guadagna un politico italiano. Cifre diverse in base agli incarichi

quanto guadagna politico
Palazzo Montecitorio – GettyImages

Un politico italiano può arrivare a guadagnare cifre esorbitanti, superando i 15mila euro mensili, oppure intascare uno stipendio medio, simile a quello di tanti cittadini, in base a diversi fattori, primo fra tutti l’incarico istituzionale che ricopre.

Ricordiamo che molti politici, oltre al compenso previsto, hanno diritto a ulteriori benefici economici e non come l’assunzione di collaboratori, rimborsi per le spese di viaggio e/o  soggiorno quando devono svolgere la loro mansione fuori sede.

Un senatore della Repubblica guadagna in media 15mila euro / mese. I colleghi attivi nell’esrcizio del potere legislativo in Parlamento, i deputati, ottengono un compenso di poco inferiore, circa 14mila euro mensili.

Netto stacco con i rappresentanti dell’esecutivo. I Ministri hanno uno stipendio di circa 4.500 euro. E il Primo Ministro? Il Premier mette in tasca 114mila euro lordi all’anno, cioè circa 80mila euro netti. Sono circa 6.700 euro netti al mese. Se ricopre una carica parlamentare, avrà un compenso anche per essa.

Il capo dello Stato, ossia il presidente della Repubblica, percepisce 239mila euro lordi all’anno.

LEGGI ANCHE -> Riscaldare la casa a basso costo: vi spieghiamo come fare. Tutti i segreti

I presidenti delle regioni hanno un tetto massimo stabilito per gli stipendi: 13.800 euro lordi al mese. Percepiscono cifre diverse in base al territorio di appartenenza. Lo stipendio di un consigliere regionale non può superare 11.100 euro / mese. 

Infine i sindaci. Il loro guadagno è direttamente proporzionale al numero dei cittadini che amministrano. Il sindaco di Roma vede in busta paga circa 10mila euro. I primi cittadini dei comuni con meno di mille abitanti percepiscono 1.290 euro mensili. 1.450 euro lordi per i sindaci dei comuni da mille a 3mila abitanti, 7.800 euro per gli ammistratori delle città con oltre 500mila abitanti.