Carte contactless, quanto è facile la truffa? Milioni di italiani disperati. Scopri come difenderti

Carte contactless rivoluzione o regressione? Milioni di italiani si lamentano di essere stati truffati, ma com’è possibile? Come ci possiamo difendere? 

carta di credito
Carta di credito – Unsplash

Il pagamento contactless permette di effettuare acquisti in maniera veloce senza l’ausilio del pin, ovviamente entro una certa cifra. Basterà avvicinare il bancomat o la carta di credito ad un pos o ad un cellulare ed il pagamento è fatto. Un operazione davvero molto semplice che potrebbe però farvi incorrere in qualche rischio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Bancomat e prelievi, cosa succede quando sei allo sportello?

Contactless vuol dire appunto senza contatto, quindi in maniera  diretta avrete pagato la vostra merce. Per avere questo tipo di servizio è necessario che la vostra carta sia dotata di tecnologia RFID (Identificazione a Radio Frequenza) che permetto la transazione veloce.

Il pagamento è molto semplice, si avvicina la carta al dispositivo abilitato ed è fatta, questa tecnica funziona per gli importi inferiori o pari ai 25 euro. In linea di massima questo sistema dovrebbe essere sicuro, ma non è sempre così.

Truffa del contactless, come non cadere nel raggiro?

Portafogli vuoto
Portafogli vuoto – Foto da Pixabay

Quando effettui un qualsiasi pagamento tramite carta, assicurati che nessuno spii il tuo codice pin e soprattutto fai l’operazione in autonomia. Attiva le notifiche tramite l’app della tua banca, ti aiuteranno a tenere sotto controllo i movimenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Bancomat e prelievi, cosa succede quando sei allo sportello?

Molti italiani hanno lamentato truffe mediante il contactless, ma com’è possibile? Purtroppo il raggiro è molto semplice, dal momento che l’abilitazione al pagamento veloce può essere predisposta su qualsiasi dispositivo e non per forza intestato ad un negozio, tutti possono usufruirne.

I truffatori si avvicinano agli ignari consumatori ed il gioco è fatto, la transazione di soldi è avvenuta senza troppe fatiche. Dato che l’importo massimo erogabile senza pin è 25 euro, è possibile tirar su un bel gruzzoletto in pochissime ore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Bancomat clonati, a cosa devi prestare attenzione? Non l’avresti mai detto – FOTO

Ma come possiamo tutelarci? Basterà disattivare l’opzione NFC, in questo modo la carta potrà essere abilitata al pagamento solo in caso di effettivo acquisto di merce. Se sei in luoghi affollati, tieni la carta in una borsa, o in una custodia di plastica, in questo modo avrai creato una barriera protettiva. 

Infine ti ricordiamo che puoi contestare il pagamento entro e non oltre 60 giorni.