Ecobonus auto, arriva il rifinanziamento: la novità nel decreto fiscale

All’interno della bozza del nuovo Decreto Fiscale sarebbe stato inserito un rifinanziamento dell’ecobonus auto: si parla di 100 milioni di euro.

Auto elettrica
(Goran Horvat – Pixabay)

Interventi economici ingenti quelli inseriti all’interno della bozza dell’ultimo decreto fiscale approvato dal Consiglio dei Ministri. Misure a tutto tondo che coinvolgono non soltanto il comparto economico, ma anche quello del lavoro. Nel testo si legge un’importante novità: il rifinanziamento dell’ecobonus auto. A quanto ammonta? E come potrà essere speso.

Ecobonus auto, il rifinanziamento nella Legge fiscale: 100 milioni per la misura

Auto elettrica
(stux – Pixabay)

Ha riscosso enorme successo la misura dell’ecobonus auto, tanto che a poche ore dall’apertura delle prenotazioni i fondi erano già quasi esauriti. Ed è così che, rimanendo la sostenibilità e l’ambiente uno dei punti prioritari dell’Agenda Governativa, il Consiglio dei Ministri all’interno della bozza ha inserito anche un rifinanziamento dell’ecobonus auto. Per la misura sarebbero stati stanziati 100 milioni di euro per l’anno in corso.

Il cosiddetto fondo automotive, sarebbe stato così ripartito secondo quanto riporta la redazione di Fisco e Tasse. Per veicoli con emissioni comprese tra gli 0 ed i 60 grammi di anidride carbonica per chilometro sono stati stanziati 65 milioni di euro. Per veicoli commerciali nuovi di fabbrica o autoveicoli speciali di categoria M1 nuovi, ben 20 milioni di euro, di cui 15 esclusivamente per veicoli elettrici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus per la ristrutturazione. A quanto ammonta e a chi è destinato

La misura dell’ecobonus auto ha quale obbiettivo quello di “svecchiare” il parco macchine degli italiani, purtroppo non molto attenti all’ambienti. Modelli a combustione dai consumi e dalle emissioni preoccupanti sono divenuti un problema che va urgentemente risolto. L’Italia, nei grandi centri, ha iniziato la sua battaglia contro l’inquinamento decenni fa, promuovendo isole pedonali, targhe alterne, Ztl. Tuttavia, si è reso necessario un intervento che segnasse davvero una svolta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bonus domotica, l’agevolazione per una casa più smart: come fare richiesta

Ormai i veicoli elettrici rappresentano il futuro della mobilità, soprattutto se si guarda agli obbiettivi fissati dai vari accordi a livello internazionale. Per raggiungere la cosiddetta neutralità climatica è necessario uno sforzo su più fronti. La Green Economy, che fortunatamente è divenuto un obbiettivo che ogni Nazione vuole perseguire, deve rimanere prioritaria e per riuscirci ha bisogno anche del supporto dei cittadini.