Ricercatore universitario: quanto guadagna e come diventarlo

Quanto guadagna un ricercatore universitario e qual è la strada da intraprendere per diventarlo? Ecco allora nel dettaglio i requisiti per avviare una carriera da ricercatore universitario ed i dettagli sui guadagni.

università
università – Unsplash

La strada per intraprendere il percorso di ricercatore universitario è molto lunga e difficile da percorrere.

La posizione richiede, infatti, diversi sacrifici come gli innumerevoli anni di studio da affrontare. Chi intende intraprendere questa strada, quindi, deve mettere in conto una serie di fattori per coronare il proprio sogno di diventare un giorno professore universitario.

LEGGI ANCHE -> Alitalia VS Ita, le proteste dei dipendenti sottopagati: le cifre

Tuttavia, nonostante sia un lavoro molto faticoso, apre la strada all’attività di ricerca, arricchendo il proprio bagaglio culturale e avvicinando sempre di più chi la percorre ad ottenere la cattedra. Inoltre, si tratta di un lavoro ben pagato con guadagni relativi al tipo di attività svolta.

Diventare ricercatore universitario: i requisiti ed i guadagni

libri
libri – Unsplash

Per diventare ricercatore universitario è necessario disporre di alcuni pre requisiti, primi fra tutti una laurea magistrale ed un successivo dottorato di ricerca. Questi sono i due titoli di studio strettamente necessari per poter accedere al concorso pubblico per diventare ricercatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Colloquio di lavoro: l’elemento che tutti sottovalutano che potrebbe costarvi l’assunzione

Una volta passato il concorso, strutturato in 3 prove (due prove scritte ed una orale), si potrà ricevere un contratto a tempo determinato che può essere di due tipi. Il primo, di tipo A, è un contratto a tempo determinato di 3 anni, rinnovabile sono un’altra volta per due anni. In alternativa si può ottenere un contratto di tibo B a tempo determinato di 3 anni ma non rinnovabile.

Terminato questo iter si può accedere al concorso pubblico per diventare professore associato.

Il guadagno di un ricercatore universitario è molto variabile, poiché dipende dal tipo di attività svolta dal ricercatore e dagli anni di esperienza. Solitamente si tratta di attività di insegnamento che permettono di percepire uno stipendio variabile tra i 1.400 euro ed i 1.900 euro.

Diventando professore associato, invece, si arriverebbe a guadagnare sui 2.300 euro in media, con possibilità di continuare la propria carriera fino ad ottenere la cattedra di professore ordinario, dove il guadagno medio supera i 4000 euro.